Menu
Giornata Mondiale del Cuore, terapie innovative e responsabilità professionale. L'incontro a Roma

Giornata Mondiale del Cuo…

Promosso dalla Feder...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017

Pistoia Capitale Italiana…

Presentate a Firenze...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

SCIENZA - Fisici di Firenze e Orlèans dimostrano come gli anticorpi reagiscono a corpo estraneo. Come un "portiere"

SCIENZA - Fisici di Firen…

Esattamente come un ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Certosa di Pontignano, una dimora storica e versatile nel cuore della Toscana

Certosa di Pontignano, una dimora storica e versatile nel cuore della Toscana Certosa di Pontignano, una dimora storica e versatile nel cuore della Toscana

Del XIV secolo, è una delle ultime certose in Italia ancora attive

AGIPRESS - FIRENZE - Un luogo unico al mondo, dove natura, storia ed accoglienza si fondono nella pace e nell’armonia del paesaggio che la circonda: è la Certosa di Pontignano, conosciuta anche come la Certosa di San Pietro, una delle mete più ambite della Toscana. Situata nel cuore della regione, a Castelnuovo Berardenga, a pochi chilometri da Siena, la dimora storica del XIV secolo è una delle ultime certose attive in Italia ad aver mantenuto l’aspetto originario, adatta ad ospitare gruppi, famiglie e singoli visitatori grazie all’ampia possibilità di scelta tra le varie tipologie di alloggi dove il tempo sembra essersi fermato.

ATTIVITA' CONGRESSUALE - Già centro congressi ufficiale dell’Università di Siena e manifestazioni internazionali, la Certosa è la location ideale per meeting e congressi anche di durate superiore ad un giorno. La struttura dispone infatti di sale eleganti e confortevoli chiamate Sale Maggiori (Sala Bracci, Sala Veranda, Sala Palio e Sala dei Caratelli), situate nel centralissimo Chiostro dei Conversi. Con questa disponibilità, è possibile ospitare fino a tre eventi indipendenti o collegare gli ambienti tra loro in videoconferenza per un unico appuntamento. La Certosa è dotata di tutte le attrezzature necessarie per gli incontri e presentazioni, compresa la potente rete wi-fi che copre tutta la struttura. Il personale dedicato all’organizzazione congressuale faciliterà la buon riuscita dell'evento: ogni convegno ha infatti un referente unico per supportare al meglio gli organizzatori del meeting con tutti i servizi offerti, dalla gestione del pernottamento dei partecipanti alla scelta del menù dei coffee break o dei pranzi resi possibili grazie presenza del ristorante all’interno della struttura; dal coordinamento degli spostamenti con il servizio navetta dalle stazioni o aeroporti toscani all’intrattenimento per chi accompagna gli ospiti (es. attività per bambini, visite turistiche alle varie attrazioni nel cuore della Toscana, spettacoli musicali). 

MA ANCHE CERIMONIE - La sua particolare ed autentica bellezza, data dai giardini all’italiana e dai loggiati, la rende perfetta come location per cerimonie e matrimoni. Sposarsi alla Certosa è molto più che una giornata di festa per celebrare uno dei giorni più importanti di una coppia, è offrire un’esperienza unica a se stessi e ai propri ospiti grazie ai servizi proposti dalla struttura. È infatti possibile realizzare tutto all’interno della Certosa: nella chiesa interna, affrescata con opere di Bernardino Poccetti che l’hanno resa nota come la “piccola Cappella Sistina”, è possibile pronunciare il fatidico sì, per spostarsi poi di pochi metri e dare inizio ai festeggiamenti. Grazie all’ampia capienza dei chiostri e dei loggiati è infatti possibile ospitare centinaia di invitati. Dall’arrivo alla partenza, gli sposi vengono seguiti passo passo, dando loro e agli ospiti la possibilità di pernottare e ripartire con calma.

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 30 Maggio 2017 16:13
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici