Menu
Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Sport e depilazione, quando le gare si vincono per un "pelo"

Sport e depilazione, quando le gare si vincono per un "pelo"

Oggi si può rimuovere anche la peluria più fine e sulle pelli più scure, grazie ad una tecnologia laser rivoluzionaria, totalmente indolore. A provarla è stata la campionessa di salto in lungo, Fiona May.

AGIPRESS - FIRENZE - Pronti, performanti e glabri. È così che devono essere i campioni dello sport, per ottenere risultati eccellenti. Ma cosa collega l’avere una pelle liscia, come quella di un bebè, con l’essere vincenti? Chiedete a Cristiano Ronaldo o a Michael Phelps, autentici fuoriclasse nelle rispettive discipline, e vi risponderanno che la depilazione diventa fondamentale per ottenere risultati al top. Basta pensare al fisico privo di peli esibito da calciatori, ciclisti, tennisti o nuotatori, per rendersene conto. I primi, infatti, lo fanno per favorire i massaggi; quelli che indossano tute aderenti combattono prurito e sudorazione, mentre i nuotatori, costretti a fare i conti con l’opposizione dell’acqua, necessitano di ridurre l’attrito e “scivolare” meglio. Ecco che allora, in molti casi, una corretta depilazione - efficace e senza fastidiose controindicazioni - può fare davvero la differenza. A testimoniarlo è anche la quattro volte campionessa mondiale di salto in lungo, Fiona May. “In molte discipline sportive una efficace depilazione fa la differenza. - confessa la due volte medaglia d’argento alle Olimpiadi - Non è solo una questione di igiene, o comodità, ma anche di tempi. Basti pensare al nuoto, ed alla necessità dei nuotatori di andare veloci, riducendo l’attrito con l’acqua. È una questione di pochi istanti, che però possono fare la differenza”. In questo senso, a dare una mano agli atleti, è arrivata una tecnologia laser rivoluzionaria, che consente di abbandonare le tanto odiate strisce di ceretta, o la lametta, ed ottenere risultati migliori, senza dolore. Una soluzione 100% Made in Italy sviluppata da Renaissance, leader nel settore dei sistemi laser medicali, che ha recentemente introdotto sul mercato, cavalcando il successo del suo predecessore “Motus AX”, la tecnologia di MotusAY, in grado di eseguire il trattamento anche sui fototipi più scuri, in totale sicurezza. “Si tratta di un sistema che rispetto alle tecnologie disponibili finora sul mercato, offre la possibilità di eseguire trattamenti anche su pazienti di carnagione scura, senza il rischio di ustionare o stressare la pelle. - spiega il professor Paolo Bonan, dermatologo e Responsabile del dipartimento di dermatologia presso la Casa di Cura Villa Donatello a Firenze. - Questo è possibile grazie all’adozione di una serie di soluzioni tecnologiche come un sofisticatissimo puntale in zaffiro, per il raffreddamento a contatto della pelle, unito ad un sistema di erogazione controllata dell’energia, che rendono il trattamento sicuro, confortevole ed efficace”.  Una soluzione che Fiona May ha voluto testare in prima persona, definendolo una vera ‘’ganzata’’. “Ho sempre utilizzato i metodi classici per depilarmi, prima delle gare - confessa - Adesso invece, spinta dalla curiosità, ho voluto provare questo nuovo metodo, poiché è particolarmente indicato per chi presenta pelli sensibili e scure. Il risultato è stato inaspettato: si sente solo un lieve pizzicore, assolutamente sopportabile. È una soluzione pratica, non si rischia di tagliarsi, e non fa perdere tempo: una condizione indispensabile per uno sportivo. Inoltre il fatto che non stressi la pelle è assolutamente positivo, in quanto un atleta ha già mille pensieri, prima della prestazione, figuriamoci se può pensare anche ai disagi causati da una cattiva depilazione”. Ma quali altri vantaggi porta la depilazione, nello sport? “Senza dubbio ci sono risultati positivi anche nel malaugurato caso dovesse verificarsi un infortunio. - conclude Bonan – L’assenza di peli infatti ha una funzione igienica e, soprattutto per chi rischia spesso di procurarsi abrasioni da asfalto, come i ciclisti, l'assenza di peli aiuta a mantenere le ferite pulite. Motus AY assicura una pelle liscia, senza controindicazioni”.

AGIPRESS

Ultima modifica ilSabato, 28 Aprile 2018 09:55
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie in primo piano

Un altro pareggio per la Fiorentina, 0-0 con il Bologna - IMMAGINI

Un altro pareggio per la Fiorentina, 0-0 con il Bologna - IMMAGINI

Ennesima X per la squadra viola, l'arrivo di Montella non basta.

Cultura, Carl Brandon Strehlke nuovo presidente dell’Associazione Amici della Casa Buonarroti

Cultura, Carl Brandon Strehlke nuovo presidente dell’Associazione Amici della Casa Buonarroti

In passato ha curato numerose mostre per il Metropolitan Museum of Art e per il Philadelphia Museum

TOSCANA - Corso di formazione propedeutico per lavorare in contesti di Pet Therapy

TOSCANA - Corso di formazione propedeutico per lavorare in contesti di Pet Therapy

In programma il 17, 18 e 19 maggio 2019, al centro il rapporto con i cani.

Speciali Agipress

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici