Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

RUGBY - GUINNESS 6 NAZIONI, IL GALLES BATTE L’ITALIA 26-15

RUGBY - GUINNESS 6 NAZIONI, IL GALLES BATTE L’ITALIA 26-15. Foto Tiziano Pucci RUGBY - GUINNESS 6 NAZIONI, IL GALLES BATTE L’ITALIA 26-15. Foto Tiziano Pucci

AGIPRESS - ROMA - Allo stadio Olimpico di Roma nella seconda giornata del Guinness 6 Nazioni 2019 il Galles vince contro gli Azzurri con il punteggio di 26-15. Nella fase iniziale della prima frazione grande possesso gallese nella metà campo azzurra, che porta la squadra di Warren Gatland a condurre il match dopo mezz’ora di gioco sul 12-0, frutto di quattro calci piazzati realizzati da Dan Biggar. La reazione degli Azzurri arriva al 35’ con il terza linea Abraham Steyn, che su una ripartenza assistita schiaccia l’ovale oltre la linea per la prima meta dell’incontro. Tommaso Allan trasforma successivamente la marcatura, riportando l’Italrugby sotto break 7-12. A fine primo tempo l’Italia non riesce ad accorciare le distanze dalla piazzola con Tommaso Allan, con un calcio piazzato che da posizione defilata centra il palo, non permettendo agli azzurri di muovere nuovamente il tabellino. Nel secondo tempo è l’Italia ad aprire le marcature, con Tommaso Allan che dalla piazzola porta il XV guidato da Conor O’Shea sul 10-12. Al 54’ arriva però la prima marcatura dell’incontro per gli ospiti, che vanno oltre al largo con l’ala Josh Adams su un’apertura dei trequarti, che trasformata porta il Galles sul 19-10. A dieci dal termine arriva la meta del definitivo sorpasso ospite, con la segnatura pesante di Owen Watkin che trasformata da Gareth Anscombe porta i dragoni sul 26-10. Al 75’ nuova offensiva azzurra, che consente   all’Italrugby di segnare sul lato destro del campo con l’ala Edoardo Padovani, servito al largo da Tommaso Allan. Lo stesso mediano d’apertura azzurro non riesce nella conversione da posizione defilata; il triplice fischio del direttore di gara Mathieu Raynal chiude così il match sul 26-15 in favore degli ospiti. Prossimo appuntamento per gli Azzurri sabato 23 febbraio allo stadio Olimpico contro l’Irlanda nella terza giornata del torneo. Vai sotto alla galleria immagini, foto di Tiziano Pucci.

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 14 Febbraio 2019 00:28
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie in primo piano

I Borghi toscani: "Non siamo cartoline ma realtà che vogliono vivere ". Iniziativa di Anci

I Borghi toscani: "Non siamo cartoline ma realtà che vogliono vivere ". Iniziativa di Anci

Gettate le basi per un documento che approfondisca criticità e proposte dei borghi. In programma una due giorni in autunno.

Juventus-Atalanta 2-2, per i bianconeri un punto d'oro

Juventus-Atalanta 2-2, per i bianconeri un punto d'oro

Grande prestazione degli uomini di Gasperini, pari acciuffato dalla Juve con due rigori messi a segno da Ronaldo.

Stress post traumatico da Covid19, categoria maggiormente a rischio quella degli anestesisti

Stress post traumatico da Covid19, categoria maggiormente a rischio quella degli anestesisti

I risultati dell'indagine negli IRCCS della rete delle Neuroscienze e della Neuroriabilitzione.

Speciali Agipress

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici