Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Difensore del Sassuolo Acerbi racconta la sua storia nel libro “Tutto Bene”

Difensore del Sassuolo Acerbi racconta la sua storia nel libro “Tutto Bene” Difensore del Sassuolo Acerbi racconta la sua storia nel libro “Tutto Bene”

Il giocatore: la malattia mi ha cambiato la vita

AGIPRESS - MILANO –  “Tutto bene – La mia doppia vittoria sul tumore”. E’ il titolo del libro scritto da Francesco Acerbi scritto a quattro mani con il giornalista Alberto Pucci. La storia parla di determinazione, voglia di lottare, tenacia e forza d’animo e si può riconoscere tutto lo spirito di Acerbi, che non ha mai ceduto di fronte al tumore e, anzi, è tornato ad avere una vita normale. “La malattia mi ha cambiato la vita, adesso sto molto più attento sia al mio stile di vita che alle piccole cose della vita” – racconta Acerbi alla presentazione del libro – “All’inizio ero abbattuto, non mi ponevo più traguardi e obiettivi e non avevo voglia di lottare. Poi con il tempo ho ripreso a combattere sia contro la malattia sia, poi, per guadagnarmi spazio sul campo di calcio”. 

RIPERCORRENDO LA PROPRIA CARRIERA dalle giovanili del Brescia al Sassuolo, fino ad arrivare all’azzurro della Nazionale, il difensore racconta con grande emotività e trasporto la sua storia, sperando che possa essere di esempio anche per gli altri. “Quello che mi è successo spero possa dare conforto e speranza a chi sta passando quello che ho dovuto affrontare io” – continua Francesco Acerbi – “Il mio esempio è la dimostrazione che recuperare da un tumore è possibile e, con uno stile di vita sano, si può lasciare tutto alle spalle”. 

LA MALATTIA - Da questa esperienza Acerbi ha imparato tanto e non vuole dimenticare chi, come lui, è alle prese con la stessa battaglia. È per questo che a margine della presentazione del libro il difensore del Sassuolo, insieme al Professore Andrea Salonia – direttore dell’Urological Research Institute del San Raffaele di Milano – ha presentato un progetto per la nascita di una fondazione dedicata alla ricerca e la cura dei tumori maschili, che vedrà coinvolto in prima persona proprio il difensore del Sassuolo. A dimostrazione della volontà del giocatore di schierarsi in prima fila nella sensibilizzazione e nella lotta ai tumori e nell’aiutare associazioni e realtà che hanno come fine quello di aiutare il prossimo, arriva la scelta di donare i proventi della vendita del libro. Parte di questi saranno destinati a Play For Change, la charity sostenuta da Football Capital, società che segue l’immagine, la comunicazione e la carriera sportiva di Acerbi. Altri ricavi saranno destinati al Centro di Oncobiologia Sperimentale dell’Università di Palermo e al San Raffaele di Milano. All’istituto milanese sarà devoluto 1 Euro per ogni copia venduta, che andranno a supportare la collaborazione tra il San Raffaele e Francesco Acerbi per il loro progetto.

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 12 Maggio 2015 17:21
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie in primo piano

Riconversione ambientale del mondo del calcio, arrivano i primi seggiolini al mondo in plastica riciclata

Riconversione ambientale del mondo del calcio, arrivano i primi seggiolini al mondo in plastica riciclata

Circa 3000 seggiolini dello stadio di Pontedera saranno sostituiti da seggiolini realizzati riciclando imballaggi in plastiche miste raccolti in modo differenziato dai cittadini toscani.

Telecomunicazioni, azienda empolese Timenet realtà in crescita

Telecomunicazioni, azienda empolese Timenet realtà in crescita

La società punta a superare i 9 milioni di fatturato e cerca nuovo personale da assumere.

Speciali Agipress

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici