Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Pet Therapy, dalla Toscana la spinta per la definizione giuridica delle professionalità

Pet Therapy, dalla Toscana la spinta per la definizione giuridica delle professionalità Pet Therapy, dalla Toscana la spinta per la definizione giuridica delle professionalità

Approvata mozione che impegna la Giunta toscana a implementare la diffusione della ‘pet-therapy’ all’interno del servizio sanitario

AGIPRESS - FIRENZE - Continua l'attenzione verso la pet-therapy, cresce l'attenzione che conferma in modo sempre maggiore il suo valore, sia a livello terapeutico, per disturbi fisici e psichici, sia educativo e riabilitativo. Tanto che il Consiglio Regionale della Toscana nei giorni scorsi ha approvato con voto unanime una mozione che impegna la Giunta toscana a implementare la diffusione della ‘pet-therapy’ all’interno del servizio sanitario e a valorizzare gli operatori e le figure professionali coinvolte. La mozione è stata illustrata in Aula dal consigliere Pd Marco Niccolai, primo firmatario dell’atto, sottoscritto anche dal capogruppo Leonardo Marras e dai consiglieri Pd Gianni Anselmi, Ilaria Giovannetti, Stefano Scaramelli, Fiammetta Capirossi, Lucia De Robertis, Nicola Ciolini, Alessandra Nardini e Serena Spinelli. “Abbiamo chiesto l’impegno della Regione – ha dichiarato il consigliere Marco Niccolai nel prorio intervento in Aula - a proseguire con forza in questa direzione, e fare un ulteriore passo avanti in particolare rispetto alla definizione giuridica dei percorsi formativi necessari per gli operatori” . “Le linee guida nazionali, lasciano alle Regioni la responsabilità di definire, per le figure professionali che operano nella pet-therapy, i percorsi formativi. Per questo, l’impegno della Regione Toscana dovrà adesso essere rivolto alla valorizzazione e al riconoscimento di queste figure – aggiunge - per qualificare sempre di più i percorsi terapeutici, di ricerca e formativi e per dare ulteriore possibilità di sviluppo a un’attività che sta crescendo e che può rappresentare anche un’opportunità di crescita formativa e professionale per giovani e non solo. Dobbiamo dunque dare adesso dignità giuridica alle professionalità inerenti alla pet therapy.” I benefici in termini sanitari, sociali, educativi derivanti dalla pet therapy sono stati riconosciuti a livello nazionale, in questo quadro è ancora più agevole, da parte della Regione, dare seguito a quanto previsto dalla linee guida nazionali rispetto agli aspetti sopra richiamati. E proprio a chi vuole imparare a realizzare progetti di ‪‎Pet Therapy‬ è rivolto il corso professionalizzante per Coadiutore del Cane negli IAA organizzato dalla Scuola Delfino a partire dal 24 settembre 2016 presso il Rifugio Valdiflora, nel pistoiese. Già oggi qui le famiglie sono supportate e accompagnate ad una migliore gestione del proprio cane e ad una più adeguata integrazione nel proprio nucleo familiare, con un occhio particolare al valore terapeutico dell'animale che è anche impiegato per costruire una relazione con i bambini autistici.

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 29 Luglio 2016 17:30
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici