Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

TRAPIANTI DI FEGATO – A Pisa l'intervento numero 1500

Al Centro trapianti di Pisa raggiunto lo storico traguardo dei 1500 trapianti di fegato Al Centro trapianti di Pisa raggiunto lo storico traguardo dei 1500 trapianti di fegato

E' l'unico in Italia ad aver raggiunto una cifra così alta. La Toscana regione più virtuosa a livello di donazioni

AGIPRESS – PISA – Per la prima volta in Italia un centro di trapianti di fegato è arrivato ad effettuare l'intervento numero 1500. A centrare l'obiettivo il Centro trapianti di fegato di Pisa, diretto dal professor Franco Filipponi. Un grande risultato che conferma l’elevato livello di un Centro che esegue circa cento trapianti all'anno. Nato nel 1996, il Centro trapianti di Pisa rappresenta l’unico programma regionale di trapianto di fegato, capace di produrre sanità sia per pazienti toscani (circa la metà dei trapianti effettuati sono infatti su persone che vivono sul territorio regionale) che extra-regionali. Tra questi ultimi, l’80 per cento sono residenti nella provincia di Napoli (per ragioni epidemiologiche e condizioni igienico-sanitarie), mentre i rimanenti arrivano prevalentemente da Puglia, Calabria e Liguria

Toscana regina delle donazioni – Il Centro di Pisa è una realtà che si colloca nella regione più virtuosa in Italia in termini di donazioni ed una delle migliori a livello mondiale. Il tasso di donazione per milione di abitanti della Toscana è attestato infatti a quota 46/47, ovvero circa il doppio (20/21) sia rispetto a quello nazionale, che comunque è esponenzialmente aumentato negli ultimi anni. Fino al 1998, infatti, la media italiana della donazione era intorno ai 5/6 per milione.

L'età media dei donatori - Il dato attuale che accomuna pressoché tutti i centri di trapianto di fegato in Italia è quello dell’età media dei donatori e dei riceventi. Per quanto riguarda i primi, siamo intorno ai 65 anni, con soltanto un donatore su cinque (venti per cento) di età non superiore a 45 anni. Nello specifico della Toscana, circa il cinquanta per cento dei donatori ha settanta o più anni, con una media - anche in questo caso - attestata intorno a 65 anni. Fino ad una ventina di anni fa la maggior parte dei donatori proveniva da incidenti stradali, mentre oggi la prevalenza di origine è quella dell’ictus o dell’emorragia. Più bassa - rispetto a quella del donatore - risulta l’età media del ricevente, attestata a 54 anni, con il Centro di Pisa che è comunque arrivato a trapiantare pazienti riceventi di 69 anni. 

I malati di fegato - Attualmente in Europa i malati di fegato - a vario livello - sono circa tre milioni (mille in Italia e Spagna, 700 in Germania e nel Regno Unito, 1.300 in Francia). Per quanto riguarda i valori economici, il trapianto di fegato ha un’incidenza di circa 120/130mila euro. In Toscana - sulla base di un’apposita convenzione - l’importo per un trapianto riconosciuto dalla Regione all’Azienda ospedaliero Universitaria di Pisa è pari a circa 90mila euro.

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici