Logo
Stampa questa pagina

Toscana, via libera al PIANO SANITARIO E SOCIALE

Approvato dalla giunta regionale il nuovo Piano sanitario e sociale integrato. Nella foto l'ingresso di Careggi, principali truttura ospedaliera della Toscana Approvato dalla giunta regionale il nuovo Piano sanitario e sociale integrato. Nella foto l'ingresso di Careggi, principali truttura ospedaliera della Toscana

Approvato dalla giunta regionale, adesso passerà in commissione e poi in aula consiliare. Sette le azioni prioritarie. La forte integrazione fra sanità e servizi sociali

AGIPRESS – FIRENZE - La Regione Toscana ha predisposto il "Piano Sanitario e Sociale Integrato". Ora che è stato approvato dalla Giunta, il Piano proseguirà il suo iter in Consiglio Regionale: prima nella quarta commissione, poi in aula. Aggiornato e ridefinito alla luce dei cambiamenti della situazione economica nazionale, tagli delle risorse, spending review, il nuovo Piano Sanitario e Sociale è stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta e presentato alla stampa, mercoledì 12 febbraio, dagli assessori Luigi Marroni (diritto alla salute) e Salvatore Allocca (welfare e politiche per la casa).

Sette azioni prioritarie - Sette sono le azioni prioritarie della programmazione regionale sulle quali si concentra l'attenzione per l'anno 2014: liste di attesa per la chirurgia, con particolare riguardo all'oncologia, odontoiatria, continuità ospedale-territorio e assistenza domiciliare, benessere degli operatori, salute di genere, ricerca scientifica e liste di attesa per specialistica e diagnostica strumentale.

Sanità e sociale insieme - Per la prima volta il Piano è sanitario e sociale insieme, con una forte integrazione che, accanto a capitoli strettamente sanitari - screening, lotta ai tumori, rete ospedaliera, rischio clinico, malattie croniche, materno infantile, ecc. - ne vede altri squisitamente sociali, come i diritti di cittadinanza, il diritto alla casa, il contrasto alla fragilità e alla disuguaglianza, in una logica di pensiero e di stesura univoca. 

"Questo Piano Sanitario e Sociale Integrato rappresenta per noi una grande sfida, particolarmente significativa in questo momento così complesso e in evoluzione - ha detto l'assessore Luigi Marroni - Il Piano era stato approvato dalla giunta nel 2011. Da allora, sono trascorsi due anni segnati da una profonda crisi economica e da normative statali che hanno richiesto un continuo e difficile lavoro di adeguamento da parte di tutto il sistema regionale, un percorso di profonda verifica e di riorganizzazione dell'intero sistema. Dal punto di vista economico, l'importo che è stato investito nel nuovo millennio per le strutture ospedaliere attualmente operative è di 3.000.000.000 di euro, consentendo anche di procedere alla realizzazione dei quattro nuovi ospedali con tempi contenuti".

"Finalmente – ha detto l'assessore Salvatore Allocca - la stesura definitiva del Piano è approdata in giunta. Il lavoro di questi mesi ha prodotto un atto importante, anche se condizionato nei tempi da una ricorrente incertezza del complessivo quadro normativo e finanziario. Il documento – ha concluso l'assessore - certamente è da discutere, da valutare e migliorare in sede di commissione, ma resta un atto fondamentale, non solamente necessario per la programmazione in campo sociale e sanitario, ma anche per l'elaborazione di nuovi contenuti di sistema imposti dalla crisi in atto".

Agipress

Articoli correlati (da tag)

Ultimi da Paolo Vannini

Agenzia di Stampa AGIPRESS - Iscr. Trib. nº2352 Dir.Resp. Davide Lacangellera
© Toscana Press. Tutti i diritti riservati. PI: 06302680480 - Viale Giacomo Matteotti 25, 50121 Firenze