Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Toscana, via libera al PIANO SANITARIO E SOCIALE

Approvato dalla giunta regionale il nuovo Piano sanitario e sociale integrato. Nella foto l'ingresso di Careggi, principali truttura ospedaliera della Toscana Approvato dalla giunta regionale il nuovo Piano sanitario e sociale integrato. Nella foto l'ingresso di Careggi, principali truttura ospedaliera della Toscana

Approvato dalla giunta regionale, adesso passerà in commissione e poi in aula consiliare. Sette le azioni prioritarie. La forte integrazione fra sanità e servizi sociali

AGIPRESS – FIRENZE - La Regione Toscana ha predisposto il "Piano Sanitario e Sociale Integrato". Ora che è stato approvato dalla Giunta, il Piano proseguirà il suo iter in Consiglio Regionale: prima nella quarta commissione, poi in aula. Aggiornato e ridefinito alla luce dei cambiamenti della situazione economica nazionale, tagli delle risorse, spending review, il nuovo Piano Sanitario e Sociale è stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta e presentato alla stampa, mercoledì 12 febbraio, dagli assessori Luigi Marroni (diritto alla salute) e Salvatore Allocca (welfare e politiche per la casa).

Sette azioni prioritarie - Sette sono le azioni prioritarie della programmazione regionale sulle quali si concentra l'attenzione per l'anno 2014: liste di attesa per la chirurgia, con particolare riguardo all'oncologia, odontoiatria, continuità ospedale-territorio e assistenza domiciliare, benessere degli operatori, salute di genere, ricerca scientifica e liste di attesa per specialistica e diagnostica strumentale.

Sanità e sociale insieme - Per la prima volta il Piano è sanitario e sociale insieme, con una forte integrazione che, accanto a capitoli strettamente sanitari - screening, lotta ai tumori, rete ospedaliera, rischio clinico, malattie croniche, materno infantile, ecc. - ne vede altri squisitamente sociali, come i diritti di cittadinanza, il diritto alla casa, il contrasto alla fragilità e alla disuguaglianza, in una logica di pensiero e di stesura univoca. 

"Questo Piano Sanitario e Sociale Integrato rappresenta per noi una grande sfida, particolarmente significativa in questo momento così complesso e in evoluzione - ha detto l'assessore Luigi Marroni - Il Piano era stato approvato dalla giunta nel 2011. Da allora, sono trascorsi due anni segnati da una profonda crisi economica e da normative statali che hanno richiesto un continuo e difficile lavoro di adeguamento da parte di tutto il sistema regionale, un percorso di profonda verifica e di riorganizzazione dell'intero sistema. Dal punto di vista economico, l'importo che è stato investito nel nuovo millennio per le strutture ospedaliere attualmente operative è di 3.000.000.000 di euro, consentendo anche di procedere alla realizzazione dei quattro nuovi ospedali con tempi contenuti".

"Finalmente – ha detto l'assessore Salvatore Allocca - la stesura definitiva del Piano è approdata in giunta. Il lavoro di questi mesi ha prodotto un atto importante, anche se condizionato nei tempi da una ricorrente incertezza del complessivo quadro normativo e finanziario. Il documento – ha concluso l'assessore - certamente è da discutere, da valutare e migliorare in sede di commissione, ma resta un atto fondamentale, non solamente necessario per la programmazione in campo sociale e sanitario, ma anche per l'elaborazione di nuovi contenuti di sistema imposti dalla crisi in atto".

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici