Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

SANITA' - 118 in Toscana, "scelta pericolosa" passare da 12 a una sola centrale operativa

Polemica sulla riorganizzazione in Toscana del 118 Polemica sulla riorganizzazione in Toscana del 118

Il ‘j’accuse” dei consiglieri Staccioli, Donzelli e Marcheschi: “La Regione va contro le sue stesse leggi pur di aiutare gli amici”

AGIPRESS – FIRENZE - Passare da 12 a una sola centrale operativa in tutta la Toscana per le emergenze del 118? Una “scelta pericolosa” sostengono i consiglieri regionali Marina Staccioli (Gruppo Misto), Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi (Fratelli d’Italia). La notizia, trapelata in modo informale sulla stampa in questi giorni, ha portato i tre consiglieri a chiedere alla Giunta di fare chiarezza attraverso un’apposita interrogazione. “Secondo quanto stabilito direttamente in sede di finanziaria 2013 – spiegano i consiglieri – il sistema di emergenza urgenza territoriale necessita di una razionalizzazione, con l’individuazione di una sola centrale operativa per ogni area vasta. La ristrutturazione dovrebbe essere completata dal potenziamento strutturale, tecnico e organizzativo della centrale 118 scelta”. “In Toscana abbiamo almeno due eccellenze a livello nazionale, la centrale operativa di Pistoia e quella dell’ospedale unico della Versilia – aggiungono – eppure la Giunta sembra propendere per altre soluzioni, pur di favore gli amici. Pistoia è un’eccellenza a livello nazionale, ha già le caratteristiche strutturali richieste e un’operatività efficace ed efficiente, ma la Giunta preferisce puntare su Firenze – spiegano i tre esponenti d’opposizione del consiglio regionale – dove invece servirebbero lavori di ristrutturazione da almeno 6 milioni di euro. Altro caso è il Versilia, l’unico della costa a lavorare già con i protocolli regionali e a rispettare i vincoli antisismici e idrogeologici, la cui qualità è riconosciuta a 360 gradi da tecnici e operatori. Basterebbero 30mila euro per renderlo completamente adeguato a servire l’intera area vasta. Ma la Giunta sembra più propensa per Pontedera, patria del Presidente Rossi”. “Ipotizzare poi il passaggio da 12 centrali operative ad una sola per l'intera Regione è insostenibile – concludono i consiglieri - dal punto di vista tecnico e di sicurezza dei pazienti e dell'intero sistema. La Giunta regionale cominci a premiare il merito e le eccellenze”.


Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici