Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

RICERCA: IDENTIFICATO NUOVO GENE DELLA SLA

Stefano Borgonovo, ex giocatore di calcio morto di Sla, nella serata dedicata a lui e alla lotta alla malattia, allo stadio Franchi di Firenze, con Roberto Baggio Stefano Borgonovo, ex giocatore di calcio morto di Sla, nella serata dedicata a lui e alla lotta alla malattia, allo stadio Franchi di Firenze, con Roberto Baggio

La notizia pubblicata da Neuron, una delle più prestigiose riviste scientifiche del mondo. I risultati grazie alla collaborazione di un team internazionale, con un importante contributo dei ricercatori italiani

AGIPRESS – MILANO - E' stato identificato un nuovo gene, principale responsabile della Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) familiare e sporadica. La notizia è stata resa pubblica ieri grazie alla rivista Neuron, la più importante e prestigiosa rivista scientifica internazionale nel campo della neurologia: da circa 10 anni i laboratori di tutto il mondo stavano tentando di identificare il gene di cui era nota la localizzazione a livello del cromosoma 9. A questo risultato si è giunti grazie allo studio, frutto della collaborazione di un team internazionale, che ha visto la partecipazione di alcuni gruppi di ricerca italiani come il Centro SLA del Dipartimento di Neuroscience dell'ospedale Molinette di Torino, il laboratorio di Genetica Molecolare dell’ospedale OIRM Sant’Anna di Torino, il centro SLA dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma ed il centro SLA dell’Università di Cagliari. A distanza di due anni dalla scoperta di Profilina1, lo stesso gruppo di studiosi in una stretta collaborazione che ha coinvolto più di 60 ricercatori appartenenti a 28 laboratori in tutto il mondo, diretti dal Professor John E. Landers dell’Università del Massachusetts, ha identificato un nuovo gene responsabile di alcune forme familiari di SLA. Questa scoperta rappresenta un importante progresso verso l’identificazione della causa della SLA e della sua terapia, soprattutto perché permette di spiegare la causa della malattia in un’elevata percentuale di casi familiari e sporadici.

Ultima modifica ilGiovedì, 23 Ottobre 2014 14:41
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici