Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PROCREAZIONE ASSISTITA – L'ospedale di Pescia oltre la media nazionale

Nella foto i dottori Natali e Lentini dell'equipe del Centro infertilità dell'ospedale di Pescia Nella foto i dottori Natali e Lentini dell'equipe del Centro infertilità dell'ospedale di Pescia

La percentuale di riuscita del centro di sterilità dell'Asl 3, nel 2013, è del 19,2% contro il 16,2%. Per accedervi basta una richiesta al Cup. Spesso le coppie si rivolgono al servizio in età avanzata

 

AGIPRESS – PISTOIA – Risultati ben oltre la media nazionale per il centro infertilità della ASL3 di Pistoia. Nel 2013 il ha raggiunto percentuali di gravidanza pari 19,2% rispetto al 16,2% riportato dal registro nazionale della procreazione assistita. Un risultato sicuramente eccellente per un servizio che, da oltre dieci anni, offre alle coppie che desiderano avere un figlio, e non solo della provincia di Pistoia, un percorso diagnostico e terapeutico completo.  

Il centro, di cui è referente Giuseppe Mario Lentini, ed è diretto da Laura Niccoli, direttore della unità operativa di ostetricia e ginecologia, opera all’interno dell’ospedale di Pescia. Il team, composto da Ilaria Natali, biologa, Luciano Romani e Giovanni Lencioni medici di ostetricia e ginecologia, collabora strettamente con i colleghi di altre specialità ospedaliere (urologia, andrologia, endocrinologia psicologia, radiologia, e altre) e con centri di sterilità regionali di secondo livello se necessario. Nel 2013 a fronte della nascita di 2.000 bambini nei punti nascita degli ospedali della ASL3, 120 coppie si sono rivolte al centro di sterilità per chiedere ai medici di essere sottoposti ad uno screening completo e capire gli aspetti potenzialmente responsabili della loro infertilità.

Le coppie - Circa il 30 % sono di nazionalità straniera. L’età media delle coppie si attesta intorno ai 34 anni, ma ultimamente assistiamo sempre più spesso, all’arrivo di coppie in cui la partner femminile supera i 38 anni e di frequente i 40. Ciò ha ripercussioni notevoli sulle possibilità di intervento, rendendo spesso necessario riferire le coppie verso strutture in grado di offrire procedure di procreazione assistita di secondo livello

Il percorso di cura - Per accedere al centro è necessaria la richiesta del medico di medicina generale e la prenotazione, per una prima visita, attraverso il cup aziendale.

Le parole di Lentini - “Spesso – spiega Lentini - una terapia mirata può risolvere il problema della sterilità: possono essere sufficienti procedure semplici e non invasive o di media complessità come l’inseminazione intrauterina, riguardo alla quale il nostro centro ha ottenuto alte percentuali di successo a livello nazionale che sono motivo di orgoglio per tutti noi. Ci sono poi situazioni –prosegue il medico- in cui le problematiche sono tali da richiedere ulteriori approfondimenti e le coppie devono essere inviate presso i centri della nostra regione Toscana dove completano gli esami diagnostici di secondo livello”. Per informazioni: tel. 0572.460342

agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici