Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Manovra 2017, novità in ambito sanitario. Per la prima volta riconosciuto l’Alzheimer

 Manovra 2017, novità in ambito sanitario. Per la prima volta riconosciuto l’Alzheimer Manovra 2017, novità in ambito sanitario. Per la prima volta riconosciuto l’Alzheimer

Il commento del Presidente di AIMA Firenze Manlio Matera

AGIPRESS - FIRENZE - Tra le novità sanitarie contenute nel pacchetto di emendamenti approvato dalla Commissione Bilancio della Camera e recepito nel maxiemendamento del Governo che ha ricevuto la fiducia alla Camera, riguarda anche l’Alzheimer, sfida cruciale per la cronicità. Nell’art. 59 (Disposizioni in materia di assistenza sanitaria) al punto 411 si specifica che “In sede di revisione dei criteri di riparto del Fondo per le non autosufficienze, di cui all’articolo 1, comma 1264, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, previsti dall’articolo 1, comma 3, del decreto ministeriale di riparto del Fondo per il 2016 è compresa la condizione delle persone affette dal morbo di Alzheimer”

“Una notizia importante – commenta il Presidente di AIMA Firenze Manlio Matera (Ass. Italiana Malattia di Alzheimer) – perché per la prima volta il Governo in una manovra finanziaria riconosce l’Alzheimer come malattia che necessita di una voce specifica all’interno della non autosufficienza. L’auspicio ora – ha aggiunto Matera – è che seguano azioni concrete per contrastare i gravissimi disagi che la malattia porta al malato e alla famiglia che lo assiste, e l’augurio è che anche le Regioni seguano l’indirizzo nazionale con piani di intervento specifici e risorse dedicate”.

Agipress

Ultima modifica ilMercoledì, 30 Novembre 2016 17:27
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici