Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

MALASANITA' – Troppi errori in corsia, la denuncia di Lazzeri

Cifre imbarazzanti anche in Toscana a causa di presunti errori in corsia Cifre imbarazzanti anche in Toscana a causa di presunti errori in corsia

Il consigliere regionale: "In due anni 183 richieste di danni con decesso, pari a 50 milioni di euro. Le trasfusioni errate non sono l'unica falla nel sistema" 

AGIPRESS – FIRENZE - «Gli errori nelle trasfusioni non sono l’unica falla nel sistema sanitario regionale. Dal 2011 al 2012 di 183 richieste danno per decesso quelle per interventi, diagnosi, terapie (a cui si aggiungono le infezioni) ritenute errate dagli eredi sono stati 63 a cui, dopo le debite verifiche interne di Asl 9 e Procura, si potrebbero aggiungere i due casi di Grosseto. Mentre il totale delle cifre richieste alla Regione Toscana da pazienti danneggiati ed eredi supererà i 50.000.000 di euro». E' quanto dichiara il consigliere regionale di Più Toscana e membro della IV commissione Sanità, Gian Luca Lazzeri, che fa il punto sugli errori commessi nei reparti ospedalieri toscani in vista dell’audit con i direttori delle Asl toscane sulle procedure trasfusionali, convocato dall’assessore Luigi Marroni. «In pratica i numeri ci parlano di circa 7 morti al mese negli ospedali toscani all’origine di richieste danni. A queste cifre  – spiega Lazzeri – si aggiungono i 7.500.000 di euro liquidati solo nel 2011 dalla Regione per indennizzi a soggetti danneggiati da trasfusioni di sangue e emoderivati. Ma i punti che necessitano di un focus ravvicinato dell’assessore riguardano anche altre voci", continua Lazzeri, che sottolinea come le cifre siano  fornite dal Comitato regionale per la valutazione dei sinistri. Per questo il consigliere regionale chiede "che il tavolo convocato da Marroni dopo i drammatici eventi di Viareggio, Grosseto e Careggi il 23 luglio scorso metta all’ordine del giorno soluzioni per innalzare la soglia di tutela dei pazienti toscani».

 

 

Distribuzione delle richiesti di indennizzo degli eredi dei pazienti derivanti da presunti errori a carico delle strutture ospedaliere (diagnosi errata, intervento errato, infezione e terapia errata) suddivise per Asl

Asl 1 Massa:              4 richieste indennizzo per decesso (2 per diagnosi errata, 1 per infezione, 1 per intervento in ritardo)

Asl 2 Lucca:               6 richieste indennizzo per decesso (2 per diagnosi errata, 4 per intervento errato, 2 per infezione)

Asl 3 Pistoia:              8  richieste indennizzo per decesso (5 per diagnosi errata, 3 per intervento errato)

Asl 4 Prato:                4 richieste indennizzo per decesso (1 per diagnosi errata, 2 per intervento errato, 1 per terapia mancata)

Asl 5 Pisa e Aoup:      17 richieste indennizzo per decesso (2 per diagnosi errata, 2 per intervento ritardato, 4 per terapia errata, 7 per intervento errato, 2 per infezione)

Asl 6 Livorno:                       6 richieste indennizzo per decesso (4 per diagnosi errata, 1 per intervento errato, 1 per terapia errata)

Asl 7 Siena e Aousl:   9 richieste indennizzo per decesso (3 diagnosi errata, 4 per intervento errato, 1 per terapia mancata, 1 per terapia errata)

Asl 8 Arezzo:             5 richieste indennizzo per decesso (2 per diagnosi errata, 2 per intervento errato, 1 per terapia mancata)

Asl 9 Grosseto:          4 richieste indennizzo per decesso (1 per diagnosi errata, 1 per infezione, 3 per intervento errato).

Asl 10 Firenze e Aouc: 18 richieste indennizzo per decesso (6 per diagnosi errata, 6 per intervento errato, 1 per terapia ritardata, 3 per infezione, 2 per intervento mancato)

Asl 11 Empoli:                       5 richieste indennizzo per decesso (3 per diagnosi errata, 2 per intervento errato)

Asl 12 Viareggio:       2 richieste indennizzo per decesso (2 per diagnosi errata, 1 per infezione, 3 per intervento errato).

 

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici