Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

DIABETE – Scoperte molecole che riducono le complicanze infiammatorie

Il team di ricercatori del dipartimento di Biologia dell'Università di Pisa da sinistra i dottori Francesco Balestri, Roberta Moschini, Mario Cappiello, il professor Umberto Mura e la professoressa Antonella Del Corso Il team di ricercatori del dipartimento di Biologia dell'Università di Pisa da sinistra i dottori Francesco Balestri, Roberta Moschini, Mario Cappiello, il professor Umberto Mura e la professoressa Antonella Del Corso

Lo studio, ad opera di ricercatori dell’Università di Pisa, è stato pubblicato sulla rivista internazionale PlosOne

AGIPRESS – PISA - Una nuova strategia per l’individuazione di molecole utili a prevenire le complicanze del diabete e controllare i relativi processi infiammatori è stata individuata da un gruppo di ricercatori dell’Università di Pisa. Lo studio intitolato "A new approach to control the enigmatic activity of aldose reductase" è stato recentemente pubblicato sulla rivista internazionale PlosOne. Al centro della ricerca pisana c’è un enzima, l’aldoso reduttasi, che per oltre quaranta anni è stato oggetto di attenzione da parte dei ricercatori di tutto il mondo. Per evitare le complicanze del diabete rappresentate da svariati stati patologici (retinopatia, nefropatia, neuropatia, cataratta diabetica), l’obiettivo dello studio pisano era quello di individuare delle molecole in grado di inibire l’aldoso reduttasi non solo in modo efficace ma anche selettivo nei confronti della sua azione catalitica sul glucosio. Infatti, nonostante la ricerca abbia a tutt’oggi individuato inibitori dell’enzima di straordinaria potenza, i risultati clinici sono poco soddisfacenti a causa degli effetti collaterali che tali molecole provocano. “Noi siamo intervenuti sull’aldoso reduttasi con nuove molecole inibitorie, le Ardis (Aldose Reductase Differential Inhibitors) - ha spiegato il professor Umberto Mura del dipartimento di biologia dell’Università di Pisa che insieme alla professoressa Antonella Del Corso ha coordinato la ricerca in collaborazione con i colleghi del dipartimento di Farmacia - e sebbene ancora da studiare e perfezionare, le Ardis hanno aperto la strada alla ricerca di una nuova classe di molecole in grado di bloccare l’azione catalitica sul glucosio dell’aldoso reduttasi e di altre molecole la cui trasformazione causerebbe danni cellulari, senza che la capacità detossificante dell’enzima venga compromessa”.

Oltre ai professori Mura e Del Corso, il gruppo che ha condotto la ricerca è composto dai dottori Francesco Balestri, Elisa Di Bugno, Roberta Moschini, Mario Cappiello del Dipartimento di Biologia, dalla Dottoressa Stefania Sartini e dai professori Concettina La Motta e Federico Da-Settimo del Dipartimento di Farmacia.

Agipress

 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici