Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

ALZHEIMER - A San Casciano il primo centro di ascolto gratuito del Chianti fiorentino

ALZHEIMER - Il primo centro di ascolto gratuito nel Chianti fiorentino ALZHEIMER - Il primo centro di ascolto gratuito nel Chianti fiorentino

A disposizione delle famiglie per attività di consulenza medica, legale e supporto psicologico

AGIPRESS - FIRENZE - Un’equipe altamente qualificata, costituita da operatori specializzati nella cura dei malati Alzheimer, sarà a disposizione gratuita delle famiglie toscane. Nasce il primo centro ascolto Alzheimer nei territori del Chianti fiorentino. E’ il nuovo servizio attivo dai primi di febbraio a San Casciano, negli spazi della RSA Villa San Martino, grazie alla convenzione che il Comune di San Casciano ha condiviso con l’associazione Aima (Associazione Italiana Malattia Alzheimer) e Villa San Martino. Il centro si rivolge ai familiari dei malati e di chiunque altro, in tutto il territorio nazionale, si prenda cura del malato di Alzheimer con l’obiettivo di offrire loro sostegno psicologico ed erogare servizi di consulenza medica, legale e di servizio sociale.

IL COMUNE - “La malattia – spiega l’assessore alle Politiche sociali Elisabetta Masti – è una delle più diffuse sul territorio tra quelle che colpiscono l’età senile, una forma di demenza che, a causa della perdita di autonomia, della memoria e delle altre funzioni cognitive, è tale da richiedere un’assistenza di 24 ore; il nostro progetto si muove nell’ambito del sistema integrato di interventi e servizi sociali che stiamo promuovendo su più fronti sul territorio in stretta collaborazione con alcune realtà e associazioni che operano nel sociale e nel sanitario, il centro mira ad offrire consulenza, orientamento e sostegno psicologico ai familiari dei malati, oltre a lavorare alla creazione di un osservatorio dei bisogni dei malati di Alzheimer e delle loro famiglie”. Nella provincia di Firenze si stimano circa 4mila casi di demenza, a livello regionale il dato lievita fino a raggiungere gli 80mila casi, dei quali il 55 per cento è identificato come Alzheimer.

L'ASSOCIAZIONE AIMA si occuperà dell’organizzazione e della gestione dell’attività che si terrà negli spazi messi a disposizione dalla Rsa Villa San Martino, in un locale situato all’ingresso della struttura. “Consideriamo questo servizio – commenta il direttore di Villa San Martino Simona Masini - un’opportunità anche per la nostra residenza i cui ospiti affetti da Alzheimer e i loro familiari saranno coinvolti in occasioni di incontro promosse dall’associazione; la RSA faciliterà l’accesso al Centro di Ascolto informando i familiari dei malati che frequentano o contattano la residenza”. Il centro di ascolto metterà a disposizione delle famiglie una rete di operatori specializzati, come geriatri, psicologi, avvocati, commercialisti che svolgono attività di consulenza gratuita. “E’ fondamentale - aggiunge il presidente dell’associazione Aima Firenze Manlio Matera - dare un supporto gratuito e concreto alle famiglie di tutto il territorio nazionale così da favorire un’organizzazione delle cure adeguata alle condizioni del malato e promuovere il recupero della vita di relazione: è questa una nuova occasione che ci vede al fianco delle istituzioni con l’obiettivo di fornire servizi di qualità nel settore della non autosufficienza”. Il servizio è accessibile previo appuntamento telefonico. Per informazioni: sezione Aima Firenze 055 433187, numero verde gratuito (solo da telefono fisso) 800.900.136.

Agipress

Ultima modifica ilMercoledì, 07 Gennaio 2015 15:35
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici