Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

#TOUCHTHEM - Quando la censura diventa messaggio di prevenzione. Campagna della fondazione ANT

instagrammer/celebrity Justine Mattera ha aderito alla campagna - #TOUCHTHEM instagrammer/celebrity Justine Mattera ha aderito alla campagna - #TOUCHTHEM

Una campagna educational dove si parla di autopalpazione, strumento utile per sensibilizzare le donne alla prevenzione

AGIPRESS - MILANO - Durante il mese di marzo, la censura diventa un nuovo e potentissimo media per parlare di prevenzione del tumore alla mammella. Per la prima volta, la censura su Instagram diventa protagonista di una campagna educational dedicata a questo tema. Nello specifico, si parla di autopalpazione, strumento utile per sensibilizzare le donne alla prevenzione. Per l’occasione, l’emoji a forma di mano diventa il simbolo della campagna: tutte le donne sono invitate ad utilizzarla per le proprie foto su Instagram, censurando il seno e condividendo le immagini con l’hashtag #touchthem. Su Instagram, infatti, è vietato pubblicare immagini di nudo e, con questa iniziativa, una forma di censura diviene, paradossalmente, protagonista e portavoce di un messaggio. L’iniziativa è stata ideata dall’agenzia pubblicitaria J. Walter Thompson Italy con la consulenza scientifica di Fondazione ANT Italia ONLUS, primario attore sulla scena nazionale nel campo della prevenzione oncologica e dell’assistenza specialistica domiciliare e gratuita ai malati di tumore.

I TESTIMONIAL - Importanti fotografi come Richard Kern, Emanuele Ferrari, Andrea Olivo, Settimio Benedusi, Ale Casagrande, Larsen Sotelo, Andrew Kuykendall e instagrammer/celebrity come Sita Abellan, Justine Mattera, Valentina Giorgia Pegorer, Caterina Di Sciascio, Margot Ovani hanno già aderito all’operazione, pubblicando le foto “censurate”, accompagnate dall’hashtag della campagna Censorship For Cancer. Per aderire, è sufficiente visitare il mini-sito censorshipforcancer.com, dove è attiva una sezione che, attraverso un tool, permette a chiunque di fotografarsi, censurarsi e pubblicare la propria foto su Instagram. Sul sito inoltre è presente un video tutorial dedicato alla corretta autopalpazione, il primo passo di un percorso di prevenzione che deve prevedere anche controlli clinici specialistici e strumentali, quali mammografia ed ecografia.

IL TUMORE MAMMARIO è la neoplasia più frequente della popolazione femminile: 1 donna su 8 sarà colpita da questa malattia nel corso della vita e circa il 10% delle donne ha più di un familiare stretto malato, in particolare le donne più giovani. In genere, le forme iniziali non provocano dolore e, proprio per questo motivo, ogni donna dovrebbe imparare a conoscere il proprio corpo, ad esempio attraverso una corretta autopalpazione mensile, al fine di percepirne anche i più piccoli cambiamenti. È un metodo utile ma che non sostituisce, soprattutto in assenza di segni e sintomi, l’importanza di una valutazione clinica specialistica accompagnata da indagini strumentali (ecografia e/o mammografia) prescritte in base all’età o alle necessità del caso.

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 09 Maggio 2016 11:10
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici