Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

SALUTE – I Medici di famiglia: gli italiani non bevono acqua a sufficienza

Gli italiani bevono poca acqua, ma non esagerano con gli zuccheri Gli italiani bevono poca acqua, ma non esagerano con gli zuccheri

 Al 5thInternational Mediterranean Meeting  di Terni: sotto controllo il consumo di zuccheri. Il 40% non dolcifica neppure il caffè 

     

AGIPRESS – Preparati ma poco diligenti sul lato dell’idratazione,promossi per quanto riguarda il consumo di zuccheri: ecco il quadro che emerge da un’indagine sulla popolazione italiana adulta relativa a due aspetti chiave dell’alimentazione.

Il quadro emerge dai risultati preliminari dello studio "Calorie Management",condotto da SIMG (Società Italiana di Medicina Generale), in collaborazione con NFI (Nutrition Foundation of Italy), con il contributo non condizionato di The Coca-Cola Foundation. La ricerca viene presentata oggi nell’ambito nel Nu.Me, 5th International Mediterranean Meeting - Nutrition and Metabolism, a Terni, dalla dott.ssa Franca Marangoni, Responsabile della Ricerca di Nutrition Foundation of Italy, e ha finora analizzato i comportamenti di oltre 1.000 pazienti dei medici di medicina generale di SIMG.

Secondo quanto emerge dall’indagine, la maggior parte degli italiani è consapevole che dovrebbe assumere complessivamente 2 litri di liquidi al giorno, ma si limita a berne complessivamente meno di un litro: solo 970 ml al giorno, senza differenze sostanziali tra uomini e donne. Per quanto riguarda le fonti di idratazione, per tutti, l’acqua (circa 650 ml al giorno) è al primo posto. Infine, il consumo di bevande con edulcoranti ipocalorici è molto basso sia tra gli uomini che tra le donne (10 e 12 ml/die rispettivamente). Lo studio sembra ridimensionare gli allarmismi rispetto al consumo di zuccheri: Il 38% degli uomini ed il 42% delle donne dichiara poi di non aggiungere zucchero nemmeno al caffè.

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 19 Aprile 2013 12:05
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici