Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PREVENZIONE E SALUTE - L'8 marzo ad Aulla visite gratuite rivolte agli adolescenti

PREVENZIONE E SALUTE - L'8 marzo ad Aulla visite gratuite rivolte ai giovani PREVENZIONE E SALUTE - L'8 marzo ad Aulla visite gratuite rivolte ai giovani

"VOGLIAMOCI BENE E FACCIAMO PREVENZIONE  …….CON GLI ADOLESCENTI"  questo il titolo della Giornata di prevenzione, organizzata e promossa dall’Associazione dei Medici di Medicina Generale “Alessandro Lazzerini” di Aulla con la collaborazione del locale Liceo classico “Giacomo Leopardi"

AGIPRESS  - AULLA (MS) - Per l’intera mattinata dell’8 marzo ad Aulla una squadra di specialisti assieme al Gruppo di Medicina Generale “Lazzerini” effettuerà una serie di esami e visite specialistiche con l'obiettivo di fare prevenzione della sindrome metabolica (o sindrome da insulino-resistenza), delle patologie cardio vascolari, andrologiche, endocrinologiche, pneumologiche, odontoiatriche, otologiche, e dermatologiche su una “popolazione” giovane, ovvero adolescenti di una scuola. L’evento ha il patrocinio del Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche, Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Milano, della Federazione Regionale delle Associazione Toscana Diabetici, in collaborazione con l’associazione “Solidarietà è progresso”, onlus e della Fondazione “Gabriele Monasterio” – Ospedale del Cuore -  Cnr. Dopo la somministrazione di uno specifico questionario approntato da i ricercatori professori Turconi, Celsa, Rezzani, Biino, Sartirana e Roggi, con gli studenti si parlerà di "Il Fegato Specchio della Salute" e “Diabete: prevenire si può” con il Prof. Dott. Ferruccio Bonino, Direttore della Seconda Clinica Medica dell'Università degli studi di Pisa e ricercatore di fama mondiale per aver scoperto i maggiori virus epatici e il  Prof. Dott. Piero Marchetti -  Diabetologia Università di Pisa e Presidente Facoltà Scienza della Nutrizione Università di Pisa.

SINDROME METABOLICA - La sindrome metabolica (o sindrome da insulino-resistenza), come è noto, rappresenta una condizione clinica associata soprattutto a situazioni come il sovrappeso e l'obesità. La sua prevalenza può essere messa in relazione alle abitudini alimentari errate, alla ridotta attività fisica ed al consumo di cibi ad alto indice glicemico; un fenomeno di tale vastità non può, comunque, essere spiegato in base alle abitudini del singolo ma va interpretato come un’asincronia tra uno sviluppo tecnologico e ambientale, rapidissimo negli ultimi anni, e un necessario adattamento genetico che richiede tempi molto lunghi”.

IN TOSCANA - Come è noto in Toscana le persone colpite da diabete sono circa 300 mila, si tratta ovviamente di coloro che hanno ottenuto l’esenzione per patologia ma certamente sono moltissimi coloro che non l'hanno chiesta; dunque il numero è sicuramente maggiore e purtroppo sia in  Toscana che in Italia in costante vertiginoso aumento. Vediamo alcuni dati della POPOLAZIONE CHE DICHIARA DI ESSERE AFFETTA DA DIABETE (FONTE ISTAT – INDAGINE MULTISCOPO “ ASPETTI DELLL VITA QUOTIDIANA”):

IN VALORE - ITALIA: NEL 2000: 2.149.000; NEL 2010: 3.269.000; NUOVI CASI ANNO: 93.333. TOSCANA: NEL 2000: 129.000; NEL 2010: 220.000; NUOVI CASI ANNO: 7.583

IN PERCENTUALE - ITALIA: NEL 2000: 3,8%; NEL 2010: 5,5%; AUMENTO: 1,70%. TOSCANA: NEL 2000: 3,7%; NEL 2010: 6,9%; AUMENTO: 2,30

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici