Menu
Lotta ai tumori, al via il progetto Umberto

Lotta ai tumori, al via i…

Una Piattaforma cong...

Italia in balìa della crisi climatica, allarme piogge abbondanti al sud e fiume Po ridotto a torrente

Italia in balìa della cri…

Il Meridione ha baci...

6 dipendenti su 10 della PA a rischio burnout

6 dipendenti su 10 della …

Una ricerca rivela c...

Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Interventi assistiti con animali, per l'anziano il progetto VET-ERIS che mette insieme geriatri e veterinari

Interventi assistiti con animali, per l'anziano il progetto VET-ERIS che mette insieme geriatri e veterinari Interventi assistiti con animali, per l'anziano il progetto VET-ERIS che mette insieme geriatri e veterinari

Per la prima volta in Italia, sarà presentato al “Florence Geriatric Health Alliance 2022”.

AGIPRESS - FIRENZE - Delineare linee-guida sul ruolo delle attività e terapie assistite da animali nel migliorare la qualità della vita degli anziani. Si chiama VET-ERIS il progetto che si sviluppa dal confronto e dalla collaborazione tra geriatri e dei veterinari con l'obiettivo di sviluppare un percorso d’interventi assistiti con animali che abbia al proprio centro l’anziano. Il piano - che rappresenta una prima esperienza assoluta in campo nazionale - verrà presentato domani, 3 novembre, dalle 10:30, nel corso del congresso “Florence Geriatric Health Alliance 2022”, che si tiene nel capoluogo toscano fino al 5 novembre nei locali della Camera di Commercio. “Il progetto nasce per favorire l’invecchiamento attivo e sano attraverso stili di vita salutari - spiega Andrea Ungar, Professore di Geriatria Università di Firenze, Direttore presso UO Universitaria di Geriatria dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi e Presidente del Congresso - attraverso interventi non farmacologici che possono migliorare la qualità della vita stessa. L’interazione uomo-animale e la creazione di un legame, anche temporaneo, ha dimostrato benefici terapeutici. La presenza di un animale, infatti, può stimolare l’anziano a fare movimento, favorisce le interazioni sociali e risveglia l’elasticità mentale. Studi scientifici, in particolare, hanno confermato benefici come la diminuzione dello stress, l’abbassamento della pressione, il miglioramento della circolazione e livelli di colesterolo più bassi”. Previsioni demografiche indicano che per il 2030 più del 24% della popolazione europea sarà over 65. In Italia, nello specifico, sono presenti più di 13 milioni di over 65. Nei pazienti affetti da patologie croniche (ad esempio ipertensione, diabete, depressione), possedere un animale domestico, insieme ad una corretta alimentazione, potrebbe portare un risparmio annuale di circa 4 miliardi di euro per il Sistema Sanitario Nazionale. L’International Association of Human Animal Organizations (IAHAIO) definisce le procedure assistite da animali come interventi strutturati, mirati all’”inclusione” degli animali nella sfera sociale e della salute, allo scopo di raggiungere dei benefici terapeutici sulla qualità della vita. AGIPRESS

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici