Menu
Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

CENTRI ESTETICI - "Ancora una volta penalizzati dalle restrizioni del DPCM" il commento di Marco Postiglione

CENTRI ESTETICI - "Ancora una volta penalizzati dalle restrizioni del DPCM" il commento di Marco Postiglione CENTRI ESTETICI - "Ancora una volta penalizzati dalle restrizioni del DPCM" il commento di Marco Postiglione

Secondo il fondatore di "Marco Post" si tratta di una discriminazione, i centri garantiscono altissimi standard di sicurezza alla clientela.

(AGIPRESS) - “Assurdo e del tutto immotivato”. È questo il commento a caldo di Marco Postiglione, fondatore e presidente di Marco Post, la prima rete in Europa di centri estetici specializzati in antiage senza bisturi con oltre 80 punti vendita attivi sul territorio nazionale, in merito alle chiusure settoriali disposte dal Governo sino ad ora. Una situazione confermata anche dal nuovo Dpcm in vigore dal 16 gennaio che prevede lo stop dei centri estetici nelle zone rosse, unica categoria del comparto estetico a subire la chiusura. “Siamo sempre più indignati da questa ennesima discriminazione ai nostri danni: – spiega il fondatore di Marco Post – durante il fermo natalizio, storicamente tra i periodi più, siamo stati chiusi contrariamente a barbieri, parrucchieri e altre realtà che si sono attrezzate per fornire trattamenti alla persona. Ora si sta ripetendo quanto avvenuto con l’introduzione delle zone rosse, che hanno dato vita al dilagare dell’abusivismo e penalizzato soltanto noi senza motivazioni oggettive. Perché?”. La protesta incarnata da Marco Postiglione è condivisa anche da associazioni come la Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA), la quale sottolinea come tenere aperti i centri estetici sia la scelta più sicura. “I centri estetici – conferma Postiglione – garantiscono per loro natura altissimi standard di sicurezza alla clientela. Lo svolgimento del lavoro non presuppone né la compresenza di più persone né assembramenti; inoltre tutte le attività sono periodicamente sanificate secondo i protocolli di sicurezza e rispettano tutte le linee guida anti-Covid”. L’annuncio del contenuto del nuovo Dpcm, che lascia però aperti parrucchieri e barbieri, preoccupa e non poco soprattutto sotto il profilo economico. Quello dei centri estetici è infatti uno dei settori storicamente più vitali in assoluto, con una fortissima presenza femminile che coinvolge in tutta Italia circa 35mila attività e un giro d’affari che supera i 6 miliardi di euro. Come sottolinea Postiglione, “l’ennesima chiusura ingiustificata rischia di generare perdite gravissime per l’intero comparto, il tutto senza una vera motivazione alla base”. “Chiediamo al Governo di inserire i centri estetici nella lista delle attività consentite in zona rossa, assimilandoci così a tutti gli altri servizi alla persona che invece, contrariamente a noi, possono restare aperti”, conclude il presidente di Marco Post. AGIPRESS

Ultima modifica ilGiovedì, 14 Gennaio 2021 23:10
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici