Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

“BALLANDO LA PREVENZIONE" - Per unire sport e prevenzione

“BALLANDO LA PREVENZIONE" - Per unire sport e prevenzione “BALLANDO LA PREVENZIONE" - Per unire sport e prevenzione

Il ballo come occasione di esercizio fisico, manifestazione mercoledì 18 a Massa

AGIPRESS - MASSA - “Ballando la prevenzione” questo il tema della giornata evento promossa dall’Associazione onlus “Solidarietà è progresso” che si terrà mercoledì prossimo 18 dicembre con inizio alle ore 10 (ingresso libero) nella  “Multisala Splendor 7” di via Dorsale 11 a Massa. 

Perché “ballare la prevenzione”? Lo spiega Hillary Anghilery, maitre de ballet che ha curato la direzione artistica, “Sport ed  esercizio fisico”  - dice - rappresentano  attualmente il principale  oggetto di interesse nell’ ambito sia della analisi   che  della  ottimizzazione dello stile di  vita della  popolazione generale.

“L’inattività fisica ed ancor di più la sedentarietà, sono  abitudini negative, indotte da una   sempre  più emergente tecnologizzazione che, pur offrendo alla nostra società mezzi in grado di migliorare alcuni aspetti della qualità  di vita, promuove spesso  il radicarsi  di comportamenti quotidiani associati ad un progressivo accumulo di fattori di rischio che possono sconfinare in vere e proprie patologie.

“Nella mattinata evento del 18  – precisa la maitre de ballet -  gruppi di ragazzi preparati da noi effettueranno coreografie che, appunto, metteranno in mostra in modo evidente quanto sia importante l’attività motoria sempre ma soprattutto nell’età evolutiva. Il resto – conclude Hillary – lo scoprirete mercoledì prossimo"

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici