Menu
NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

SCIENZA - Fisici di Firenze e Orlèans dimostrano come gli anticorpi reagiscono a corpo estraneo. Come un "portiere"

SCIENZA - Fisici di Firen…

Esattamente come un ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PROBLEMA PREDATORI - Sindaci del grossetano chiedono mobilitazione di Comuni e Unioni

PROBLEMA PREDATORI - Sindaci del grossetano chiedono mobilitazione di Comuni e Unioni PROBLEMA PREDATORI - Sindaci del grossetano chiedono mobilitazione di Comuni e Unioni

Luigi Bellumori, sindaco di Capalbio e  Pierandrea Vanni, vicesindaco di Sorano dopo l'incontro con l'assessore regionale Remaschi

AGIPRESS - GROSSETO - "Da troppo tempo gli allevatori della provincia di Grosseto vivono sulla pelle dei loro animali e delle loro famiglie una situazione insostenibile per i continui attacchi dei predatori. Abbiamo partecipato a Firenze, assieme ad altri sindaci e ai rappresentanti di Unioni dei Comuni e delle associazioni agricole, all'incontro voluto dal nuovo assessore all'agricoltura Marco Remaschi e abbiamo registrato positivamente un approccio più concreto e realistico al problema. Finalmente si dà attuazione a punti significativi del protocollo sottoscritto un anno fa". Così Luigi Bellumori, sindaco di Capalbio e  Pierandrea Vanni, vicesindaco di Sorano entrambi consiglieri regionali dell'Uncem Toscana che aggiungono: "Quello che chiediamo è che ci sia un monitoraggio costante, come del resto l'assessore si è impegnato a fare, e che comunque si pensi già ad ulteriori misure capaci di rispondere in modo efficace agli attacchi di predatori e anche di ungulati che stanno massacrando gli allevamenti e l'agricoltura. Secondo i dati forniti dalle associazioni di categoria, ciò ha già comportato la chiusura di numerose aziende e sta mettendo a repentaglio la capacità di produrre reddito da parte di molte altre  imprese agricole - non solo in Maremma - che certo vogliono vivere del proprio lavoro e non già di contributi - peraltro esigui rispetto al danno diretto ed indotto  e versati con  tempistiche inadeguate ed improbe  - e non certo dello scoramento nel vedere dilaniato il proprio patrimonio zootecnico e dell'impoverimento della propria azienda. D'intesa con il presidente Oreste Giurlani chiederemo al consiglio regionale dell'Uncem previsto per il 30 luglio un forte sostegno alla strategia annunciata dall'assessore Remaschi e una mobilitazione dei Comuni e delle Unioni dei Comuni toscane e nazionali per una risposta politica e operativa all'altezza della gravità del problema. 

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 24 Luglio 2015 14:20
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie in primo piano

Pediatri: vaccinare i nostri figli prima che si verifichino le malattie

Pediatri: vaccinare i nostri figli prima che si verifichino le malattie

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale sottolinea l’importanza della copertura vaccinale come vero e proprio strumento di prevenzione.

PREVENZIONE - Le opere d’arte “perdono la testa” in occasione della campagna europea sui tumori testa-collo

PREVENZIONE - Le opere d’arte “perdono la testa” in occasione della campagna europea sui tumori testa-collo

Promossa dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC) per sensibilizzare la popolazione sui tumori testa-collo.

Video: Agipress Channel

Speciali Agipress

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici