Menu
Alzheimer, dalla ricerca nuove speranze

Alzheimer, dalla ricerca …

FDA approva l'antico...

Pesticidi, attenzione a quello che mangiamo

Pesticidi, attenzione a q…

Legambiente: solo il...

Lotta ai tumori, al via il progetto Umberto

Lotta ai tumori, al via i…

Una Piattaforma cong...

Italia in balìa della crisi climatica, allarme piogge abbondanti al sud e fiume Po ridotto a torrente

Italia in balìa della cri…

Il Meridione ha baci...

6 dipendenti su 10 della PA a rischio burnout

6 dipendenti su 10 della …

Una ricerca rivela c...

Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PREMIO VALLOMBROSA: Federico Pace vince l'edizione 2020/21 con "Controvento"

PREMIO VALLOMBROSA: Federico Pace vince l'edizione 2020/21 con "Controvento"

 

AGIPRESS - FIRENZE - Federico Pace con “Controvento”  è il vincitore dell’edizione del Premio Vallombrosa 2020/21 promosso dal Rotary Club Firenze Valdisieve. Gli altri candidati al premio erano Giuseppe Catozzella con “E tu splendi”  e Simone Olianti con “Il coraggio di vivere”. Il tema di questa edizione era: ‘L’altrove e la ricerca della felicità’. La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 5 giugno a Firenze. “Pensare all’altro, al lontano, all’ignoto ha sempre autorizzato, e forse ancora inconsciamente ci autorizza, ad immaginare lo strano, il fantastico e forse il tenebroso – recita tra l’altro la motivazione del Premio -. Al contrario, nel libro di Pace il viaggio è qualcosa di reale e concreto che si materializza davanti a noi nei viaggi e pensieri di uomini reali e conosciuti, per i quali esso è stato un’autentica esperienza di vita e a volte di presa di coscienza della vita. Il viaggio produce un cambiamento e allo stesso tempo quel cambiamento diventa pensare all’altro, al lontano, all’ignoto ha sempre autorizzato, e forse ancora inconsciamente ci autorizza, ad immaginare lo strano, il fantastico e forse il tenebroso”.

Ultima modifica ilLunedì, 07 Giugno 2021 15:36
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie in primo piano

Video: Agipress Channel

Speciali Agipress

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici