Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

SICUREZZA DEL TERRITORIO - Sindaco Greve in Chianti (FI): "Necessario investire su prevenzione, servono risorse specifiche"

SICUREZZA DEL TERRITORIO - Sindaco Greve in Chianti (FI): "Necessario investire su prevenzione, servono risorse specifiche" SICUREZZA DEL TERRITORIO - Sindaco Greve in Chianti (FI): "Necessario investire su prevenzione, servono risorse specifiche"

Assemblea pubblica dopo gli eventi alluvionali del 21 e 24 ottobre 2013 nel Chianti

AGIPRESS - GREVE IN CHIANTI (FI) - “Il territorio di Greve in Chianti è fragile, gli eventi eccezionali prolungati come quello del 21 ottobre ci fanno capire che il rischio che il paese possa finire sott'acqua per eventi calamitosi è reale. Ma per tamponare questo rischio è necessario capire quali opere sono necessarie e prendere provvedimenti subito, a partire da interventi concreti a monte del Capoluogo, poi decidere insieme alla Regione quali ulteriori casse di espansione devono essere realizzate e quali interventi di miglioramento devono essere fatti su quelle esistenti che hanno dimostrato varie problematiche; accanto a queste esigenze si associa la necessaria attenzione per la manutenzione da parte degli organi preposti ad iniziare dal Consorzio di Bonifica”.

È quanto il Sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà ha detto nel corso dell'incontro pubblico sugli eventi alluvionali dello scorso ottobre, che si è tenuto presso la Casa del Popolo di Greve alla presenza dell'Assessore Provinciale Ambiente e Difesa del Suolo Renzo Crescioli, Mauro Cresti del Consorzio di Bonifica Toscana Centrale e il direttore del Consorzio Ing. Francesco Piragino. Il 21 ottobre sono caduti a Greve in Chianti in 6-8 ore circa 100 mln di mc di acqua provocando frane, allagamenti, e numerosi disagi a famiglie e soprattutto aziende per i numerosi dissesti. Un ragionamento a parte merita la questione del sistema di impianto e lavorazione dei vigneti cosìddetto “rittochino”, sul quale il Sindaco intende promuovere una iniziativa adeguata.

“È giunto il tempo  - ha continuato - che tutti gli organi preposti dedichino maggiore attenzione ad attività manutentive per la salvaguardia e la difesa del nostro patrimonio ambientale. Resta il fatto che è necessaria una nuova politica nazionale di difesa del nostro patrimonio, che avrebbe anzitutto il pregio di garantire la salvaguardia e la tenuta complessiva in termini idrogeologico ed ambientale, e di reperire risorse per un’economia locale che attraverso un’intelligente azione di manutenzione potrebbe essere sostenuta in questa fase di difficili congiunture economiche. Che siano precipitazioni piovose,  nevose oppure franose, il Paese tocca con mano cosa significano anni di assenza di manutenzione e di tutela. Gli interventi sui piccoli corsi d’acqua e sui territori dissestati costituiscono quella necessaria attività di manutenzione funzionale per consentire al paese di ridurre lo stato di emergenza del nostro patrimonio. Con i Consorzi di Bonifica, la Provincia e la Regione ci impegneremo nel portare avanti tutte le azioni necessarie per la messa in sicurezza del territorio grevigiano, ma sono altrettanto necessarie risorse ad hoc” – ha concluso il sindaco.

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 21 Novembre 2013 18:42
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici