Menu
SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Regionali, area Civati chiarisce: unico candidato Ghelli per collegio Firenze città

Regionali, area Civati chiarisce: unico candidato Ghelli Regionali, area Civati chiarisce: unico candidato Ghelli

La candidatura di Donata Bianchi non sarebbe confermata dall'area

AGIPRESS - FIRENZE - Continua il dibattito sulle candidature del PD alle regionali per il collegio di Firenze città. L'area Civati chiarisce in una nota che "Dopo ampia discussione interna, la candidatura di Donata Bianchi non rappresenta l’area Civati, ma il solo candidato di area risulta Iacopo Ghelli, chiarimento condiviso anche dal livello nazionale dell’area". "La telefonata intercorsa tra il Coordinatore Nazionale dell’Area Civati e il segretario Incatasciato di cui è stato fatto cenno nella Direzione  Cittadina e accennata sulla stampa - aggiunge Ghelli - è stata funzionale a non lasciare dubbi in proposito neppure ai dirigenti locali del PD, per evitare che indugiassero sul concetto di presentare in qualche modo la Bianchi come una rappresentante della sensibilità politica legata a Civati". "Se non fosse incluso nella lista per le Regionali un candidato di quest’area - afferma Ghelli - che a Firenze e provincia è la prima minoranza del PD fiorentino, si manifesterebbe una censura politica di fatto della maggioranza che farebbe mancare il doveroso pluralismo nelle liste dei candidati, prescritto nel testo dello statuto e del regolamento elettorale". "Episodio gravissimo per la democrazia interna  - continua - già avvenuto in questa città nelle scorse elezioni comunali quando il segretario cittadino Gianassi fece votare la lista dei candidati al comune nella quale non era presente nessun civatiano sui 36 candidati del PD, lasciando spazio solo per qualcuno della seconda minoranza. Ci auguriamo - chiude Ghelli - un recupero del buon senso affinchè non si perdano principi, senso e anima del partito".

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici