Menu
GIMBE: "Non opportuno il prolungamento dello stato emergenza per Covid-19, ma prepararsi a convivenza con l'influenza"

GIMBE: "Non opportun…

L'analisi sui princi...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

POLITICA - Fusione dei Comuni. In Toscana al voto anche 4 realtà montane

Fusione Comuni montani Toscana Fusione Comuni montani Toscana

Interessati alla consultazione Castelfranco di Sopra e Pian di Scò (Arezzo), Fabbriche di Vallico e Vergemoli (Lucca). I sindaci spiegano i vantaggi di unire le forze

AGIPRESS – FIRENZE - Castelfranco di Sopra e Pian di Scò (Arezzo), Fabbriche di Vallico e Vergemoli (Lucca), sono i quattro comuni montani del totale di quattordici comuni toscani chiamati al voto, il 21 e 22 aprile, per il referendum consultivo sulla “fusione” (gli altri sono Figline Valdarno e Incisa in Val d’Arno e i comuni dell’Elba, Marciana, Marciana Marina, Campo nell’Elba, Capoliveri, Portoferraio, Porto Azzurro, Rio nell’Elba e Rio Marina). Come hanno spiegato stamani in una conferenza stampa, nella sede di Uncem Toscana, i sindaci Nazareno Betti (Pian di Sco’), Rita Papi (Castelfranco di Sopra), Oreste Giurlani (Fabbriche di Vallico) e Michele Giannini (Vergemoli), se i cittadini chiamati alle urne per il referendum daranno parere favorevole, nella primavera del 2014 saranno eletti 2 nuovi sindaci al posto dei 4 attuali, con una conseguente riduzione dei consigli comunali e un assottigliamento delle giunte. Dal primo gennaio del 2014 i sindaci attuali lasceranno il posto ad un commissario che condurrà il nuovo comune alle elezioni.

Ma i costi limitati agli amministratori non sono il vero nodo, soprattutto nei piccoli comuni come Fabbriche e Vergemoli. I veri risparmi derivano dall’abbattimento dei costi di funzionamento generale grazie alla razionalizzazione delle sedi, degli uffici, del personale. Il Comune unico derivatro da una fusione, inoltre, è esente per 3 anni dal patto di stabilità, che attualmente impedisce di spendere le risorse disponibili, fare investimenti, pagare i fornitori. Ci sono, ancora, gli incentivi finanziari dalla vigente legislazione regionale – un contributo annuo di 250mila euro per Comune che va a fusione, per 5 anni, con un tetto massimo di tre milioni di euro - e un contributo straordinario dalla legislazione statale. Infine, il Comune unico non comporterà per i cittadini alcun aggravio economico né burocratico (restano per esempio invariati codice fiscale, carte d’identità e tessere elettorali, mentre per partite Iva, patenti di guida e libretti di circolazione non sarà necessario alcuna comunicazione agli uffici competenti).

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 15 Aprile 2013 14:58
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie in primo piano

Cinema Drive – In Milano, l’iniziativa divertente e sicura per vivere un’esperienza unica in città

Cinema Drive – In Milano, l’iniziativa divertente e sicura per vivere un’esperienza unica in città

Grande successo del cinema milanese sotto le stelle, fino al 16 agosto con il supporto di Stella Artois.

I percorsi sanitari delle persone con disabilità e l'attenzione agli spazi di cura. La onlus Vorreiprendereiltreno per il programma PASS

I percorsi sanitari delle persone con disabilità e l'attenzione agli spazi di cura. La onlus Vorreiprendereiltreno per il programma PASS

L'accordo siglato nelle scorse settimane con la Regione Toscana prevede progetti specifici presso le Aziende ospedaliero universitarie di Careggi, Siena e l’ospedale Lotti di Pontedera dell’Asl Nord Ovest.

SALDI ESTIVI 2020 - Al via tra forti interrogativi per il settore in difficoltà e fiducia nei piccoli segnali di ripresa

SALDI ESTIVI 2020 - Al via tra forti interrogativi per il settore in difficoltà e fiducia nei piccoli segnali di…

Nei primi cinque mesi dell’anno le vendite sono crollate del -36% sullo stesso periodo del 2019, con picchi negativi di oltre -83%.

Video: Agipress Channel

Speciali Agipress

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici