Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

LEGGE ELETTORALE REGIONALE – Tognocchi (Pd): via il porcellum toscano

la proposta di legge del consigliere Tognocchi la proposta di legge del consigliere Tognocchi

La proposta di legge del consigliere regionale toscano Tognocchi per riformare le norme di voto

AGIPRESS - FIRENZE – Voto di preferenza, collegio unico e doppio turno: sono questi i tre elementi base della proposta di legge elettorale presentata dal consigliere regionale Pier Paolo Tognocchi (Pd) per riformare le norme per l’elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Regione Toscana. “Propongo di dare ai cittadini toscani la possibilità di scegliere, all’interno di un’unica lista regionale, i propri consiglieri regionali attraverso il voto di preferenza e di fare sostanzialmente del Presidente della Regione il ‘Sindaco della Toscana’ - spiega Tognocchi, consigliere regionale e membro della direzione nazionale del Pd -. In questi giorni il porcellum toscano ha compiuto nove anni, troppi per una legge citata dai più per aver ispirato l’ex ministro Calderoli nel dare al paese uno dei sistemi elettorali più invisi di sempre”.

Tognocchi spiega di aver tratto ispirazione dal sistema elettorale dei sindaci, “convinto che possa essere un giusto punto di equilibrio tra la richiesta di una corretta rappresentanza delle forze politiche e l’esigenza di assicurare, sulla base del risultato elettorale, una maggioranza in grado di portare avanti il proprio programma di governo. Nemmeno le primarie istituzionalizzate per la scelta dei candidati consiglieri previste dall’attuale normativa – sostiene Tognocchi – si sono rivelate un effettivo elemento a garanzia della scelta degli elettori. Tra i gruppi di lavoro al palo in Consiglio regionale e il coinvolgimento, che però tarda ad avvenire, del popolo delle primarie Pd, sembra che sia partita una melina che non fa certo bene alla Toscana – conclude Tognocchi -. Finito il tempo degli annunci e dei buoni propositi puntualmente disattesi è insomma improrogabile il superamento del porcellum toscano. Spero che l’atto che ho presentato possa cominciare presto il suo iter istituzionale ed essere stimolo e contributo a una legge attesa da troppo tempo dai cittadini toscani”.

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 03 Giugno 2013 19:08
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici