Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

GIOVANI SOCIALISTI - “Congressi PSI molto partecipati? Solo menzogne”

GIOVANI SOCIALISTI - “Congressi PSI molto partecipati? Solo menzogne” GIOVANI SOCIALISTI - “Congressi PSI molto partecipati? Solo menzogne”

Bagiardi e Meloni sottolineano la scarsa partecipazione dovuta a senso di sfiducia verso i vertici del partito. ”Necessario cambio di rotta”

AGIPRESS – FIRENZE - "Arianna Bagiardi e Matteo Meloni, referenti per la Toscana, della terza mozione Congressuale PSI, intervengono dopo quanto appreso sulla stampa odierna circa la grande partecipazione ai congressi PSI, “si parla di numeri esplosivi, ma sono solo menzogne” - sottolineano ad Agipress.

I giovani rappresentanti, insieme a tutti quelli che hanno seguito ad oggi le assemblee congressuali precisano che “purtroppo c'è scarsa partecipazione, l'esempio di Firenze capoluogo in cui votano 175 iscritti e dove la terza mozione porta via un 20% nel segno del rinnovamento è un fatto storico non indifferente”.

Bagiardi precisa che “il dato politico fondamentale che deve far riflettere è la scarsa partecipazione dovuta da un comportamento ormai inaccettabile di gestione del Partito che ha portato i compagni a non avere più fiducia e a distaccarsi dal Partito stesso, tutto questo grazie a scelte di strategia che hanno creato confusione nella propria identità socialista, esempio le primarie di un anno fa che appoggiavano Pierluigi Bersani, che era Segretario PD, rinunciando a confrontarsi con un proprio candidato e ad avere una propria lista. Fino ad arrivare a qualche settimana fa  - aggiunge - in cui i compagni hanno visto la presenza del proprio Segretario Nazionale alla Leopolda di Renzi

“Così non si può più andare avanti - aggiungono – è sempre più forte l'esigenza di un cambio di rotta, di chiarezza, di tornare a fare politica con lungimiranza e nella costruzione di un progetto politico socialista che sia la casa per tutti quelli che credono nel rinnovamento, nella vera passione politica e soprattutto una politica accanto ai problemi ed alle esigenze dei cittadini”.

I due rappresentanti concludono affermando di aver rappresentato una mozione differente dalla Mozione del Segretario Riccardo Nencini, “perchè se non si apre il partito, se non si cominciano ad adottare strumenti Democratici come quello delle primarie, se non si guarda al mondo che ci orbita intorno, se invece di incentivare i giovani che ci sono, si pensa a farli fuori, se non si attuano questi passaggi fondamentali, avremo solo belle celebrazioni storiche di questo Partito con i famosi '2 gatti' e nient'altro".

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 18 Novembre 2013 18:28
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici