Menu
GIMBE: "Non opportuno il prolungamento dello stato emergenza per Covid-19, ma prepararsi a convivenza con l'influenza"

GIMBE: "Non opportun…

L'analisi sui princi...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Emergenza Covid-19 e risorse per emergenza alimentare, riunito il direttivo ANCI Toscana

Emergenza Covid-19 e risorse per emergenza alimentare, riunito il direttivo ANCI Toscana Emergenza Covid-19 e risorse per emergenza alimentare, riunito il direttivo ANCI Toscana

Ai Comuni della Toscana 21,4 milioni dal Governo per contrastare l'emergenza alimentare. Le risorse saranno destinate alle famiglie più in difficoltà.

AGIPRESS - FIRENZE - Assegnati ai Comuni della Toscana 21,4 milioni dal Governo per contrastare l'emergenza alimentare destinati alle famiglie più in difficoltà a seguito della pandemia da Coronavirus. Le risorse, in totale 400 milioni a livello nazionale, saranno distribuite dagli stessi Comuni. A fare il punto sull'emergenza e in particolare sulla circolare della Protezione civile che assegna tali risorse, si è riunito in videoconferenza il direttivo di Anci Toscana. Da parte dei sindaci collegati, apprezzamenti sia per la scelta del Governo di stanziamento di risorse, sia per il fatto che sia stata data libertà ai Comuni di organizzarsi secondo le proprie necessità e caratteristiche, per l'individuazione e la distribuzione. Il direttivo ha deciso di elaborare "linee guida" per sostenere i percorsi delle amministrazioni comunali negli atti gestionali da adottare e da mettere in pratica. In particolare, si è poi discusso di come individuare le famiglie in difficoltà, non solo quelle già conosciute dai servizi sociali ma quelle che si trovano a non avere più un reddito certo a causa del coronavirus, e le eventuali modalità di autocertificazione. "È chiaro che questi fondi sono una goccia nel mare delle necessità, una iniezione di liquidità solo ed esclusivamente per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa - ha detto il presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni - Poi ci aspettiamo ben altre risorse strutturali". Il direttivo ha anche affrontato il problema dei tamponi per il coronavirus, in particolare riguardo alle Rsa, purtroppo spesso focolai di contagio. In merito a questo punto, secondo Anci è necessario che la Regione Toscana intensifichi presto i controlli.

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 30 Marzo 2020 15:02
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici