Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Associazione Firenze Possibile di Civati su espulsione consiglieri Pd Sesto Fiorentino

Associazione Possibile di Civati su espulsione consiglieri Pd Sesto Fiorentino Associazione Possibile di Civati su espulsione consiglieri Pd Sesto Fiorentino

"Danno di immagine? Il PD se l'è inferto da solo con l'espulsione"

AGIPRESS - FIRENZE -"Firenze Possibile, l'associazione di Pippo Civati interviene - con una nota - sulla vicenda di Sesto Fiorentino che ha visto l'espulsione dal Pd degli otto consiglieri che sfiduciarono il proprio Sindaco. "L’espulsione dal Partito Democratico degli otto consiglieri di Sesto Fiorentino, rei di aver sfiduciato il proprio sindaco Sara Biagiotti, è un gesto politico grave che desta non poca preoccupazione e merita la massima attenzione - si legge nella nota, che continua "Anziché chiedersi perché un sindaco sia stato sfiduciato proprio dagli esponenti del proprio partito - che ponevano questioni politiche di grande rilievo come quella dell’aeroporto fiorentino e dell’inceneritore - il Partito Democratico ha deciso di rispolverare le liste di proscrizione sancendo il principio in base al quale chi critica, per il fatto stesso che non è allineato, viene messo alla porta. Il PD ha spiegato che i consiglieri, sfiduciando il proprio sindaco, hanno creato un danno all’immagine del PD. Un vero e proprio paradosso, dal momento che i consiglieri hanno agito nell’interesse dei cittadini che rappresentano, ritenendo il loro sindaco inadatta a governare Sesto Fiorentino. Un partito senza democrazia interna non può dirsi democratico. Per questo - chiude la nota - l’unico danno alla propria immagine il Partito di Renzi lo fa mettendo a tacere chi non piega la testa davanti a scelte politiche incomprensibili per un partito di centrosinistra perché dannose per la cittadinanza che dovrebbe rappresentare"

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 18 Settembre 2015 19:58
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici