Menu
Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Assessore Bezzini su Demenza: "Sfida del PNRR sarà associare realizzazione nuovi luoghi a nuovi modelli organizzativi multiprofessionali integrati"

Assessore Bezzini su Demenza: "Sfida del PNRR sarà associare realizzazione nuovi luoghi a nuovi modelli organizzativi multiprofessionali integrati" Assessore Bezzini su Demenza: "Sfida del PNRR sarà associare realizzazione nuovi luoghi a nuovi modelli organizzativi multiprofessionali integrati"

L'Assessore al Diritto alla Salute della Regione Toscana intervenuto a Radda in Chianti al convegno che ha messo centro la necessità della tempestiva presa in carico sanitaria.

AGIPRESS - SIENA - La Demenza determina bisogni di cura per i malati, di sostegno per le famiglie, di innovazione per la rete dei servizi sociosanitari. Per diffusione, decorso e ripercussioni sociali, può essere considerata una vera e propria malattia sociale. I casi stimati di Demenza sono circa  1.000.000, in Italia, e circa 80.000 in Toscana di cui la maggior parte Alzheimer. I malati hanno bisogno di una efficiente e tempestiva presa in carico sanitaria, per la diagnosi e la cura della malattia e per il trattamento delle patologie concomitanti. Le famiglie, che si fanno carico dell’assistenza (più dell’80 % dei malati vive ed è assistito in famiglia) hanno bisogno di servizi specifici per la cura e l’assistenza del malato, e di forme di sostegno nel quotidiano lavoro di cura. Anche in Toscana per la Demenza si rende necessario un percorso di innovazione dei servizi (modello organizzativo e prestazioni) e di crescita culturale complessiva, a partire proprio dai territori, dalle comunità. Anche alla luce delle nuove prospettive terapeutiche farmacologiche.

Sono questi alcuni dei temi emersi nel corso del convegno “Alzheimer e Demenza: La malattia, i servizi, le famiglie”  che si è svolto a Radda in Chianti (SI) presso il Cinema della Misericordia a cui sono intervenuti in Sindaco di Radda in Chianti Pier Paolo Mugnaini, l’Assessore Diritto alla Salute Regione Toscana Simone Bezzini, la dott.ssa Valentina Bessi della Neurologia 1 AOU Careggi, il Dott. Luciano Gorelli Direttore UOS Dipartimentale Geriatria Area Provinciale Senese, Federica Carli Assistente Sociale, Mario Bini Governatore della Misericordia di Radda in Chianti e Manlio Matera Presidente Aima Firenze. 

“Siamo di fronte ad una malattia dalle imponenti conseguenze sanitarie ma con ripercussioni importanti a livello sociale" - ha detto nel saluto istituzionale di apertura l'Assessore al Diritto alla Salute della Regione Toscana Simone Bezzini che ha poi aggiunto: "Risulta fondamentale favorire una corretta e quanto più precoce diagnosi di Demenza e Alzheimer, per permettere alla medicina specialistica, l’appropriatezza e tempestività di un eventuale trattamento terapeutico. Per questo, è necessario perseguire una innovazione organizzativa e culturale. Con il PNRR la vera sfida sarà quella di associare alla realizzazione di nuovi luoghi, nuovi modelli organizzativi multiprofessionali e multisciplinari, fortemente integrati tra loro. E proprio per favorire una diagnosi precoce e presa in carico adeguata, sarà fondamentale la connessione con il medico di famiglia e l’infermiere di famiglia. Su questo fronte lavoreremo intensamente tra Istituzioni e in sinergia con Aima nei prossimi mesi” - ha concluso Bezzini.

La giornata organizzata dal Comune di Radda i Chianti in collaborazione con Aima Firenze e con il Patrocinio della Società della Salute Senese e di Anci Toscana, si è conclusa con un originale ed emozionante spettacolo Clown dal titolo “Non lo so”. Lo spettacolo di e con Sandro Picchianti e Lis Grundmann è pensato per adulti e bambini e racconta le “emozioni dell’Alzheimer”, senza fare alcun riferimento esplicito alla malattia. I protagonisti sulla scena animano una serie di gags che, grazie al linguaggio proprio del Clown, crea un’empatica relazione con il pubblico. AGIPRESS

Ultima modifica ilMartedì, 02 Novembre 2021 14:29
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici