Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

AMMINISTRATIVE 2014 – Toscana, 203 Comuni al voto. Tre sono capoluoghi

Sono 203 i comuni che andranno al voto per eleggere sindaci e consigli nel maggio 2014 in Toscana. Fra questi anche tre capoluoghi di provincia: Firenze, Prato e Livorno Sono 203 i comuni che andranno al voto per eleggere sindaci e consigli nel maggio 2014 in Toscana. Fra questi anche tre capoluoghi di provincia: Firenze, Prato e Livorno

Nella tornata elettorale del maggio del prossimo anno coinvolti Firenze, Livorno e Prato. Interessati anche i 7 Comuni frutto di fusioni. Prevista una riduzione di 474 assessori e 1.229 consiglieri

 

AGIPRESS – FIRENZE - Sono 203 i Comuni toscani che andranno al voto a maggio 2014 (presumibilmente il 25 maggio, insieme alle elezioni europee): tra questi ci sono 3 capoluoghi di provincia: Firenze, Livorno e Prato (le tre città più popolose della regione, rispettivamente con 358.079, 157.052 e 185.456 abitanti). E' quanto emerge dalle elaborazioni di Anci Toscana sulla prossima tornata elettorale.

Comuni frutto di fusioni - Tra i Comuni chiamati al voto ce ne saranno anche 7 che sono frutto di fusioni (in questi Comuni dal 1° gennaio 2014 sarà presente un Commissario e  il numero dei comuni toscani passerà complessivamente da 287 a 280): Figline-Incisa; Castelfranco Piandiscò; Fabbriche di Vergemoli; Scarperia-San Piero a Sieve; Crespina-Lorenzana; Casciana Terme - Lari; Pratovecchio-Stia. Tra questi, 5 Comuni coinvolti nei processi di fusione anticiperanno il  voto rispetto alla scadenza naturale: si tratta di Figline, Lari e Pratovecchio, che sarebbero dovuti andare al voto nel 2016; Crespina, che avrebbe dovuto votare nel 2017 e Scarperia nel 2015.

Commissariamenti e vicesindaci reggenti - Oltre ai Comuni coinvolti nei processi di fusione, ci sono altri 2 Comuni che anticiperanno il voto rispetto alla scadenza naturale: si tratta di Gavorrano (GR) (sarebbe dovuto tornare al voto nel 2018 ma è di nuovo commissariato, per la terza volta dal 2009) e Castiglion Fiorentino (AR) (il cui sindaco, già decaduto ad aprile 2013, è stato dichiarato ineleggibile con una recente sentenza, e il Comune è attualmente amministrato dal Vicesindaco).

Anche i Comuni di Sinalunga (SI), Aulla (MS) e Capalbio (GR) - che sarebbero comunque andati al voto nel 2014 - si presenteranno alla tornata elettorale commissariati, per decadenza/dimissioni del Sindaco. Altri due Comuni, anch'essi a scadenza naturale nel 2014, si presenteranno alle urne attualmente amministrati da Vicesindaci reggenti: si tratta di Castelfranco di Sotto (PI) e Monteriggioni (SI): il primo per decesso del Sindaco e il secondo per decadenza del Sindaco, dichiarato incompatibile dal Consiglio Comunale.

Turno unico e possibili ballottaggi - Su 203 Comuni chiamati al voto, 168 voteranno con sistema elettorale a turno unico (hanno una popolazione inferiore a 15.000 abitanti), mentre 35 con sistema elettorale a doppio turno.

Taglio di assessori e consiglieri - E' prevista una riduzione consistente del numero di assessori e consiglieri: sulla base della nuova normativa e della conseguente riduzione del 20% del numero di consiglieri e assessori comunali e sulla base del censimento 2011 saranno 474 gli assessori comunali in meno. Sarà pari a 1.229 unità invece il"taglio" dei consiglieri comunali. Tutto questo a norme invariate: sono in esame infatti in parlamento Ddl che potrebbero portare novità ulteriori nella composizione degli organi politici comunali.

I sindaci uscenti - Su un totale di 210 sindaci precedentemente eletti, 24 donne e 185 uomini (il dato include anche i sindaci dei comuni che andranno incontro a fusione e che dal 1° gennaio 2014 vedranno la presenza di un commissario, e il deceduto sindaco di Castelfranco di sotto), sono 105 coloro che nel 2014 concluderanno il loro secondo mandato; 104 invece i sindaci che concluderanno il loro primo mandato e che dovranno decidere se ricandidarsi o meno.

Dalle elaborazioni di Anci Toscana emerge che negli ultimi 4 anni il 52% dei sindaci che a conclusione di un primo mandato avrebbero potuto candidarsi per il secondo ha scelto di non presentarsi alla competizione elettorale. Si segnala che i sindaci uscenti in Comuni che andranno incontro a fusione, che siano al primo o al secondo mandato, potranno comunque ricandidarsi alla guida del nuovo ente.

Tutti i dati sui singoli comuni e le mappe sono disponibili sul sito di Anci Toscana nella sezione Amministrative 2014.

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 12 Dicembre 2013 16:25
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici