Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Nello Sblocca Italia torna il Fondo per la Montagna

Nello Sblocca Italia torna il Fondo per la Montagna Nello Sblocca Italia torna il Fondo per la Montagna

Attraverso il ristorno di una parte dei canoni versati allo Stato dai concessionari autostradali

AGIPRESS – FIRENZE - Per la montagna italiana in arrivo buone notizie dall'ultima versione dello "Sblocca Italia". Nel corso dell'esame in Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati, una modifica avanzata con un emendamento a prima firma dell'on. Enrico Borghi e dal gruppo Pd (e successivamente sottoscritto anche da Ncd e Psi) ha reintrodotto il rifinanziamento del "Fondo per la Montagna" di cui alla legge 97/94, il capitolo della quale venne azzerato nel 2010 dalla legge finanziaria dell'epoca e mai più ripristinato. L'alimentazione del fondo avverrà secondo una modalità da lunghi anni rivendicata dagli amministratori degli enti montani, ovvero attraverso il ristorno di una parte dei canoni versati allo Stato dai concessionari autostradali, che in tal modo ristoreranno ai fini di compensazioni ambientali i territori montani compromessi dal punto di vista paesaggistico e ambientale dalla presenza di queste grandi infrastrutture. Il testo del provvedimento, infatti, introduce all'articolo 5 - nel quadro di una norma di proroga delle concessioni autostradali che ha fatto e sta facendo molto discutere - uno specifico comma aggiuntivo che stabilisce come i proventi derivanti dai canoni versati a seguito delle concessioni oggetto di proroga debbano essere suddivisi - mediante un decreto del Ministero dell'infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il ministero dell'economia, sentite le commissioni parlamentari competenti - per rimpinguare tre fondi: il fondo manutenzioni dell'Anas, il fondo per il trasporto pubblico locale e, appunto, il fondo per la montagna.

"Si tratta di un provvedimento storico per gli enti locali della montagna italiana - ha commentato l'on. Borghi - che torna ad assicurare un'alimentazione finanziaria per progetti di sviluppo e di compensazione ambientale dopo anni di assenza dello Stato, introducendo un meccanismo innovativo che non grava sulla finanza pubblica ma ripristina una logica di naturale compensazione ambientale secondo la logica del pagamento dei servizi ecosistemici". “Passo dopo passo – commenta il Presidente di Uncem Oreste Giurlani – la montagna si sta riappropriando di quegli elementi essenziali necessari al proprio sviluppo e alla salvaguardia dei propri territori che troppo spesso nel corso degli anni sono stati oggetto di tagli indiscriminati e riduzione di servizi. Molto resta da fare, lavoreremo ancora intensamente con i Comuni e gli enti montani per affermare sempre più in montagna il principio di compensazione e perequazione”.

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 21 Ottobre 2014 17:06
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici