Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

LEGGE PICCOLI COMUNI - REALACCI: "Mi auguro che venga approvata rapidamente"

LEGGE PICCOLI COMUNI - REALACCI: "Mi auguro che venga approvata rapidamente" LEGGE PICCOLI COMUNI - REALACCI: "Mi auguro che venga approvata rapidamente"

Agevolazioni sull’affitto nei centri minori, la promozione della cablatura e della banda larga, presenza e qualità di  servizi indispensabili come sanità,  trasporti, istruzione, servizi postali, il recupero dei centri storici e la tutela del patrimonio ambientale

AGIPRESS - FIRENZE - “Buone notizie per i circa 5.700 comuni italiani con popolazione fino a 5 mila abitanti: è iniziato oggi in seduta congiunta tra le Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici e Bilancio della Camera dei Deputati l’esame del disegno di legge sui Piccoli comuni di cui sono primo firmatario, sottoscritto da oltre 70 parlamentari di vari gruppi, a partire dal collega Borghi, che ne è anche relatore per la Commissione Ambiente insieme a Misiani per la Commissione Bilancio. La legge nasce per difendere le identità custodite dai nostri centri minori, ma non necessariamente le entità amministrative che li rappresentano. Non è dunque contraria a priori alle unioni se queste garantiscono servizi di qualità per i cittadini e razionalizzazione dei costi per i contribuenti. E soprattutto nasce da un’idea di sviluppo e di futuro che coniuga cultura e saperi tradizioni con l’innovazione e la diffusione delle tecnologie della comunicazione. Dall’idea che si possa essere competitivi nel modo anche da un piccolo centro montano se c’è la banda larga”, è quanto ha affermato Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, commentando l’avvio dell’esame della legge sui piccoli comuni di cui è primo firmatario.

MISURE DELLA LEGGE - “Fra le misure previste dal disegno di legge che propone Misure per il sostegno e la valorizzazione dei comuni con popolazione pari o inferiore a 5.000 abitanti e dei territori montani e rurali – prosegue Realacci -l’introduzione di agevolazioni sull’affitto nei nostri centri minori, la promozione della cablatura e della banda larga, garantire la presenza e la qualità di  servizi indispensabili come sanità,  trasporti, istruzione, servizi postali, il recupero dei centri storici e la tutela del patrimonio ambientale. I comuni potranno poi promuovere i prodotti tipici locali e indicare anche nella cartellonistica stradale le produzioni tipiche. Prevista anche la riforma del sistema di governo di queste aree e per l’introduzione di sistemi di remunerazione dei servizi ambientali. Il sottosegretario all’Economia, Legnini, intervenendo nel corso della seduta ha inoltre proposto di incrociare l’esame della legge sui Piccoli Comuni anche con il dibattito sull’allentamento dei vincoli del Patto di Stabilità interno. Sarebbe bello poter festeggiare la giornata del Voler Bene all’Italia, la Festa Nazionale dei Piccoli Comuni promossa da Legambiente e che tornerà la prima domenica di giugno in centinaia di borghi per tutto il Paese, con il via libera della Camera alla legge”.  

Agipress

Ultima modifica ilMartedì, 18 Marzo 2014 20:01
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici