Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

ELEZIONI AMMINISTRATIVE - Fuga dal voto, ai ballottaggi crolla l'affluenza

Drastico calo di elettori nel ballottaggio rispetto al primo turno Drastico calo di elettori nel ballottaggio rispetto al primo turno

Nel primo giorno, calo medio rispetto al primo di turno di 8 punti percentuali. Un po' meglio la situazione in Sicilia

AGIPRESS – ROMA - Se al primo turno era andata male, al ballottaggio è pure andata peggio. L’affluenza alle urne al secondo turno di queste elezioni amministrative parziali, ha fatto registrare 4,5 milioni di elettori nei 67 Comuni italiani interessati ai ballottaggi, tra cui 11 capoluoghi di provincia (Ancona, Avellino, Barletta, Brescia, Iglesias, Imperia, Lodi, Roma, Siena, Treviso e Viterbo). Secondo i dati diffusi dal Viminale, ieri sera alle 22, ha votato il 33,87% degli aventi diritto, in calo di ben 8 punti rispetto al dato già basso del primo turno quando alle urne era andato il 42,38%. Ancora più bassa la percentuale di Roma, ferma al 32,4%, con un calo di quasi 6 punti rispetto al primo turno. Tra i capoluoghi il peggior risultato arriva da Ancona che alle 22 registra una percentuale di votanti del 27,48% circa 13 punti in meno rispetto al 40% del primo turno. Male anche Barletta, che alle 22 registra una percentuale di votanti del 31,27% contro il 50,85 del primo turno, -19 punti. Allo stesso modo non brillano Viterbo (33,64,oltre 12 punti in meno rispetto al 45,75) e Imperia (36,98 contro il 47,68, -11 punti).
Va un pochino meglio in Sicilia, la Regione più interessata al voto (in questa tornata erano ben 142 Comuni coinvolti), con comuni importanti come Catania, Messina, Ragusa e Siracusa. Alle 22 l’affluenza complessiva, secondo l'Ufficio elettorale siciliano, era pari al 47,64%.


Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 10 Giugno 2013 17:15
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici