Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

COMUNI - Le novità nel Milleproroghe tra emendamenti recepiti e criticità Patto Stabilità

COMUNI - Le novità nel Milleproroghe tra emendamenti recepiti e criticità Patto Stabilità COMUNI - Le novità nel Milleproroghe tra emendamenti recepiti e criticità Patto Stabilità

Luci ed ombre. Si attende deroga per violazioni del Patto nel 2014

AGIPRESS - FIRENZE - Ecco i principali emendamenti recepiti nel decreto Milleproroghe che sta completando il suo percorso di approvazione alla Camera. Per i Comuni: entrata in vigore dell’imposta municipale secondaria posticipata al 2016; il differimento al 31 dicembre 2015 del termine per la gestione associata delle funzioni fondamentali dei piccoli Comuni; proroga al 30 aprile 2015 di quello per la comunicazione dei dati sulle gestioni associate; e ancora, lo slittamento al 1 settembre 2015 delle Centrali uniche di committenza; proroga dei termini per le gare sull’affidamento del servizio di distribuzione del gas

Restano però ancora aperte su alcune questioni tra cui la mancata deroga per le sanzioni nei confronti di Comuni, Province e Città Metropolitane che, nel corso del 2014, non hanno potuto rispettare i vincoli del patto di stabilità. Altro aspetto che resta ancora da affrontare  - comunica una nota di Anci - riguarda i bandi di gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale: infatti, se lo slittamento “consente di evitare le sanzioni amministrative ed economiche che avrebbero gravato sui Comuni”, vanno però ancora risolte “alcune situazioni aperte inerenti la corretta valorizzazione delle reti comunali ed alcune interpretazioni normative e fasi procedimentali poco chiare”. Quanto poi alle Centrali uniche di Committenza, l'auspicio è del ripristino del limite dei 40.000 euro per le acquisizioni in autonomia di beni, servizi e lavori per i Comuni fino a 10.000 abitanti. Tale modifica consentirebbe il regolare svolgimento delle attività a favore dei cittadini, che ad oggi risulta fortemente compromesso.

Niente da fare invece per l'aumento dell'Iva sul pellet. Nessun rinvio, non è passato nel decreto Milleproroghe l'emendamento che chiedeva di rinviare l'incremento dell'Iva dal 10 al 22%. Ipotizzando che una famiglia bruci 1,4 tonnellate di pellet all'anno, come da media nazionale, e stimando un costo alla tonnellata (pre-aumento Iva) di 320-360 euro, con l'aumento dell'Iva dal 10 al 22% il rincaro sarà di 33-40 euro a tonnellata e dunque la spesa aumenterà in media di 46-57 euro l'anno.

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 23 Febbraio 2015 17:05
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici