Menu
Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

RIFORME - Regione Toscana: il consiglio ha definito tempi e metodo della nuova legge elettorale

consiglio regionale Toscana consiglio regionale Toscana
AGIPRESS – FIRENZE - Entro il 30 aprile le proposte dei gruppi consiliari, entro luglio inizierà l’iter per la definitiva approvazione dell’Aula . Il Consiglio regionale ha stabilito tempi e metodo per portare in aula la riforma della legge elettorale entro la fine di settembre 2013. Si sono riuniti questo pomeriggio due dei tre gruppi di lavoro istituiti dal Consiglio per affrontare le riforme istituzionali: il gruppo su Statuto e regolamento, coordinato dal vicepresidente dell’Assemblea toscana, Roberto Benedetti, e il gruppo sui temi legati alla legge elettorale, coordinato da Daniela Lastri, consigliera dell’Ufficio di presidenza. “Ci siamo riuniti in seduta congiunta per le logiche interferenze tra la nuova legge elettorale e lo Statuto regionale – ha spiegato Roberto Benedetti –. Il gruppo che si occupa dello Statuto sarà coinvolto soprattutto per la definizione delle linee essenziali dell’impostazione istituzionale. C’è una condivisione anche sui tempi di lavoro: contribuiremo nel merito a dar seguito ed effetto a questa impostazione”. “Tempi e metodi per arrivare ad una nuova proposta di legge elettorali: si tratta di un passo avanti significativo”, ha aggiunto Daniela Lastri e nel corso della seduta congiunta ha indicato le linee sulle quali avviare il confronto per una riforma condivisa: “Eliminazione delle liste bloccate innanzitutto, democrazia paritaria, strumenti di garanzia delle minoranze, semplificazione e trasparenza nella raccolta delle firme per le candidature, limite di mandato di legislatura - ha detto ancora Lastri -. E la scelta aperta tra collegi uninominali e reintroduzione delle preferenze”. Agipress
Ultima modifica ilVenerdì, 15 Marzo 2013 17:48
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici