Menu
GIMBE: "Non opportuno il prolungamento dello stato emergenza per Covid-19, ma prepararsi a convivenza con l'influenza"

GIMBE: "Non opportun…

L'analisi sui princi...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Saldi iniziati, ma i primi dati sono negativi

Saldi iniziati, ma i primi dati sono negativi - nella foto Fabio Tinti Saldi iniziati, ma i primi dati sono negativi - nella foto Fabio Tinti

AGIPRESS - FIRENZE - Sono partiti con il freno tirato i saldi estivi 2020 iniziati sabato 1 agosto. In Toscana seppur con qualche differenza fra zona e zona, il segno negativo è quello che accomuna l’intero territorio regionale. “I segnali sono univoci. Dalla Costa alla montagna, dalle colline alla città, la prima settimana di saldi si è caratterizzata per una percentuale di decremento rispetto al 2019 fra il 50 e il 60%, spiega Fabio Tinti, Presidente nazionale di Fismo, la categoria delle imprese moda Confesercenti. Un dato negativo, frutto di problematiche oggettive quale la situazione economica complessiva, così come di una maggior cautela dei cittadini nelle spese, come dimostra anche la media degli scontrini che per un 40% sono inferiori ai 50€ ed un 45% fra i 50 ed i 100€”. Oltre il 50% degli esercizi ha praticato saldi con uno sconto fino al 30%, mentre il 32% è arrivato fino al -50%.  Quasi il 50% dei clienti ha mostrato una notevole prudenza negli acquisti con una diminuzione rispetto al 2019 fino al 50% delle quote destinate a tale scopo. La possibilità di aver avuto il mese di luglio per vendite promozionali non ha certamente potuto compensare gli oltre due mesi di lockdown né aiutato l’inizio dei saldi. Ha anche pesato il fatto, soprattutto nei centri urbani e nelle città d’arte, che il primo fine settimana dei saldi abbia coinciso con i giorni con le più alte temperature fin qui registrate e sia stato il primo a “bollino rosso”.  “Dobbiamo guardare avanti – ha poi concluso Tinti - pur in presenza di una situazione tutt’altro che facile sulle quale l’intervento concreto delle istituzioni, con atti adeguati al momento, è atteso in forma più energica e veloce rispetto al recente passato. C’è anche bisogno di un sistema del credito che diventi partner dello sviluppo e non ostaggio della burocrazia”. 

Agipress

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici