Menu
Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Property Managers, la Regione scongiuri zona gialla o turismo della Toscana rischia ko

Firenze durante il Lockdown - foto Tiziano Pucci Firenze durante il Lockdown - foto Tiziano Pucci

La richiesta di aumentare del 15% i posti in terapia intensiva, già da questa o dalla prossima settimana.

AGIPRESS - “La politica deve fare le scelte che servono per aumentare del 15% i posti in terapia intensiva, già da questa o dalla prossima settimana. Se la regione finisse in zona gialla, per l’economia sarebbe un disastro”. Lo dichiara in una nota Alessandra Signori, referente toscana di Property Managers Italia. “Questa è un’estate di boom di prenotazioni. Sulla costa ci sono picchi da pre-covid, e forse di più – spiega – Anche nelle città d’arte c’è una forte ripresa. Rispetto al 2019 siamo ancora sotto di un 20%, ma il segnale è più che incoraggiante. Ecco, in questo contesto, bisogna ricordare che, per tasso di saturazione delle terapie intensive, la Toscana è una delle regioni che più rischia di entrare in zona gialla. Se succedesse, ci sarebbe un disastro: il 50% di cancellazioni. Cioè due terzi in meno di turisti nelle città d’arte rispetto al 2019. Si tratterebbe di un colpo capace di mettere ko gran parte delle imprese turistiche e tutto l’indotto della regione”. “Una regione passa in zona gialla – ricorda Signori –  quando la percentuale di pazienti covid in terapia intensiva sale al  10% dei posti. In Toscana i posti sono 460, un numero che non è cambiato molto dalla situazione pre-covid. In questo momento, siamo a 16 ricoveri. Se, nelle prossime settimane, ci fosse un incremento di 30, arriveremmo alla soglia del 10%, e la Toscana diventerebbe gialla. Non è una prospettiva certa, ma non è nemmeno già scongiurata. Per questo chiediamo alla Regione di farsi portavoce di un adeguamento che altri Paesi europei hanno già e che il nostro Paese non è riuscito a prevedere: servono posti in terapia intensiva e personale medico competente”. AGIPRESS

 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici