Menu
GIMBE: "Non opportuno il prolungamento dello stato emergenza per Covid-19, ma prepararsi a convivenza con l'influenza"

GIMBE: "Non opportun…

L'analisi sui princi...

Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

MISERICORDIA DI PISA – L'assessore regionale chiede il ritiro dei 39 licenziamenti

L'assessore regionale Simoncini ha chiesto alla Misericordia di Pisa il ritiro dei 39 licenziamenti L'assessore regionale Simoncini ha chiesto alla Misericordia di Pisa il ritiro dei 39 licenziamenti

Incontro con sindacati e istituzioni. Valutata la possibilità di fare ricorso alla Cassa integrazione in deroga

AGIPRESS - FIRENZE – Una formale richiesta agli organi dirigenti della Venerabile Confraternita della Misericordia di Pisa perché ritiri i 39 licenziamenti. E' quanto ha proposto l'assessore al lavoro Gianfranco Simoncini ai rappresentanti della Confraternita, convocati oggi, venerdì 4 settembre, in Regione insieme alle organizzazioni sindacali e alle istituzioni pisane (Comune e Provincia di Pisa). "Prendendo atto delle difficoltà prospettate dall'azienda – spiega l'assessore - abbiamo fatto presente che l'esigenza di un programma di ristrutturazione non può prescindere dalla sua sostenibilità sul piano sociale. Per questo abbiamo ricordato, demandando ad eventuali accordi in sede sindacale, la possibilità di fare ricorso alla Cassa integrazione in deroga in alternativa alla mobilità. Uno strumento che, associato ad altri di cui disponiamo, darebbe più tempo per l'attuazione del programma.". I rappresentanti della Misericordia hanno preso atto della proposta e si sono impegnati ad ulteriori approfondimenti.

 

Agipress

 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici