Menu
Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Lavoro

OCCUPAZIONE – Mercato dei fiori di Pescia, licenziati cinque dipendenti

      AGIPRESS – PESCIA - Cinque dipendenti del mercato dei fiori di Pescia sono stati licenziati stamani dal commissario liquidatore del Comicent. Rischiano il posto anche altri sei lavoratori delle cooperative che svolgono i servizi in appalto. La Flai-Cgil di Pistoia denuncia il fatto che i lavoratori sono stati “tenuti appesi per mesi a promesse di rilancio e di garanzie del posto di lavoro e brutalmente scaricati dall’incapacità di saper gestire una fase di transizione verso un rilancio del settore floricolo che ancora su Pescia può e deve fare perno”. E ancora: “Ignavia e irresponsabilità legata all’indifferenza verso un mercato ed una attività che vede segnali positivi e che con questi licenziamenti vanificheranno la tenuta e gli sforzi che i lavoratori del Comicent (da soli) hanno supportato in questi oltre cinque anni di transizione verso la nuova società A.S.MeFit”. Secondo il sindacato, infine, esistono anche “responsabilità è dell’Amministrazione comunale e del  Sindaco di Pescia. Non c’è niente di peggio che galleggiare sulle proprie responsabilità politiche e constatare che chi ci rimette sono unicamente e solamente i lavoratori, licenziati senza appello, mentre per altre figure professionali (dirigenti fedeli) si sono trovate risposte garantite e gratificanti”, attacca il sindacato. Quindi l’appello alla cittadinanza e alle istituzioni “per una comune mobilitazione che risolva e garantisca il lavoro e le professionalità presenti al Comicent”. “Vicinanza ai lavoratori e impegno per trovare una soluzione che preservi i posti di lavoro” è espressa da Oreste Giurlani, presidente di Uncem Toscana, già consigliere comunale del Comune di Pescia.       Agipress – Agenzia di stampa quotidiana  
    Leggi tutto...

    Newsletter

    Nome:
    Email:
    Mailing Lists:
    Tutte le notizie
    Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

    Seguici