Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PRATO – Industriali: sì al Comune unico nella Val di Bisenzio

L'Unione Industriale Pratese sposa l'idea della fusione fra i comuni di Vernio, Vaiano e Cantagallo nella Val di Bisenzio L'Unione Industriale Pratese sposa l'idea della fusione fra i comuni di Vernio, Vaiano e Cantagallo nella Val di Bisenzio

L'Unione favorevole alla fusione fra Vernio, Vaiano e Cantagallo. I motivi? Vantaggi economici, governance  unitaria, maggiori risorse

AGIPRESS – PRATO – E' un sì unanime e convinto quello dell’Unione Industriale Pratese sull'ipotesi di fusione in un'unica muncipalità dei comuni della Val di Bisenzio, Vernio, Vaiano e Cantagallo. Sono le imprese iscritte a Confindustria di quell'area per prime ad aver espresso il loro parere positivo, del quale l'associazione si fa interprete. Le argomentazioni a sostegno della fusione  non sono solo di tipo economico, anche se si ritiene potenzialmente rilevante il risparmio in termini sia di riduzione dei “costi della politica” sia di ottimizzazione a livello gestionale così come consistenti vengono ritenuti gli incentivi alle fusioni volontarie. "L’aspetto più rilevante – sottolineano i rappresentanti degli industriali pratesi - è quello legato alle prospettive di governance unitaria di un territorio collinare e montano difficile, circoscritto e fornito di una sua uniformità. Tale uniformità richiede a parere delle imprese strategie meno frammentate di quelle attuali e strumenti pianificatori, regolamentari e autorizzativi di respiro corrispondente all’intera vallata". A ciò si aggiunge anche "il raggiungimento di un livello dimensionale pari a circa 20.000 abitanti e oltre 190 km q" e la possibilità "di disporre di risorse maggiori, a loro volta in grado di assicurare investimenti più consistenti. Le maggiori dimensioni favorirebbero anche l’ammodernamento e la specializzazione della struttura amministrativa, a tutto vantaggio della qualità dei servizi".

Agipress

Ultima modifica ilMercoledì, 15 Gennaio 2014 15:56
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici