Menu
START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

POSTE, TAR DICE NO AL PIANO CHIUSURE UFFICI POSTALI

POSTE, TAR DICE NO AL PIANO CHIUSURE UFFICI POSTALI - nella foto la manifestazione di protesta dei Sindaci POSTE, TAR DICE NO AL PIANO CHIUSURE UFFICI POSTALI - nella foto la manifestazione di protesta dei Sindaci

Un precedente che potrebbe portare alla salvezza i 57 uffici postali a rischio

AGIPRESS - FIRENZE - E' stata definita una vittoria epocale per i Comuni piccoli, montani e rurali la sentenza della prima sezione del Tar della Toscana che accoglie uno dei ricorsi presentati dai Comuni interessati dal piano chiusure uffici postali, il Comune di Cinigiano nel grossetano. La sentenza dispone l'annullamento degli atti impugnati e crea un precedente per tutti gli altri 57 uffici postali situati in piccoli centri che Poste Italiane prevedeva di chiudere in Toscana nell'ambito del proprio piano industriale, e che, secondo questa linea di indirizzo a questo punto dovranno rimanere aperti. La sentenza da molto peso all'inesistenza del confronto di Poste con i Comuni, previsto anche da una delibera Agcom. Poste infatti si era impegnata a discutere con i Comuni per esaminare caso per caso, cosa che evidentemente non è stata fatta. "Una battaglia convinta e pesante che Uncem ha portato avanti con tenacia insieme ai Comuni - ha commentato il presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani - e che oggi si può dire di aver vinto avendo messo in campo competenze, responsabilità e forte attaccamento alle comunità locali. Con i Comuni - ha aggiunto - da sempre abbiamo sostenuto che un'ulteriore riduzione calata dall'alto di servizi essenziali al cittadino, quale quello postale, sarebbe stata troppo pesante, oggi cambia la storia, questa sentenza apre scenari nuovi e crea un precedente unico. E' stato un lavoro di squadra che con la guida legale dell'avv. Melani e la convinzione dei Sindaci ha dato ora i suoi frutti" - conclude Giurlani.

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 26 Febbraio 2016 12:36
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici