Menu
Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

CRISI - Confindustria: zona franca per l’Elba

Isola d'Elba: è crisi Isola d'Elba: è crisi

 Confindustria Livorno guida l’appello alla Regione sottoscritto dalle Associazioni di categoria e dai Comuni dell’Elba 

       

AGIPRESS - "E’ necessario che la Regione Toscana si attivi con le Istituzioni comunitarie competenti, per richiedere il riconoscimento dell’Isola d’Elba come zona franca doganale e fiscale". Questa la richiesta urgente di Confindustria Livorno e di tutte le istituzioni e associazioni di categori dell'isola al Governatore Rossi, attraverso una lettera in cui si richiede un intervento urgente per uscire dalla crisi "che sta attanagliando le imprese di tutti i comparti economici, primo fra tutti quello turistico".

Un appello sostenuto dalle principali Istituzioni del territorio che è stato infatti  sottoscritto da tutte le Associazioni di categoria, dai Comuni dell’Elba e dall’Assessorato al Turismo della Provincia.

La natura eccezionale della situazione di crisi dell’Isola d’Elba ha spinto l’intera comunità economica elbana a richiedere l’intervento di strumenti straordinari, che siano idonei a risollevare le condizioni economiche dell’Isola. 

L’Isola d’Elba – si legge nella lettera inviata al Governatore Rossi - la terza isola italiana come estensione, da sempre vive una situazione di grave svantaggio competitivo con le altre località Italiane. Il costo della vita all’Elba, gravato dai prezzi maggiorati dei beni e da servizi sempre più lontani e inaccessibili, è divenuto insostenibile sia per i cittadini che per le imprese.

Il riconoscimento dell’Elba come zona franca doganale e fiscale rappresenterebbe indubbiamente un’opportunità straordinaria per ridare ossigeno all’economia e per un incremento consistente degli investimenti e del benessere dell’intera comunità.

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 18 Aprile 2013 14:57
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici