Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

CONSORZIO CHIANTI - Giovanni Busi confermato presidente

Giovanni Busi confermato presidente del Consorzio Vino Chianti Giovanni Busi confermato presidente del Consorzio Vino Chianti

Il consiglio di amministrazione lo ha votato all’unanimità. “Il concetto Chianti passi attraverso il nostro vino”

AGIPRESS – FIRENZE - Giovanni Busi è stato confermato alla guida del Consorzio Vino Chianti. Lo ha deciso il Consiglio di amministrazione, che lo ha votato all’unanimità. Busi resterà alla guida del Consorzio sino a luglio 2016, affiancato dai vice presidenti, Ritano Baragli, presidente della cantina sociale Colli Fiorentini e Mino Niccolai, presidente cantina di Geggiano e Pontignano.

Busi, cinquantatre anni, sposato, padre di tre figli, è titolare di Villa Travignoli dei Conti Busi che dal 1989 dirige in prima persona. “Le sfide sono ancora molteplici ed anzi, le partite si fanno sempre più delicate e complicate – ha commentato Busi fresco di conferma -. Oggi, il nostro settore sta ancora soffrendo e di certo la crisi globale non aiuta il comparto vinicolo però ci stiamo lentamente riprendendo. Vogliamo che il ‘concetto di Chianti’, con i suoi vini e i suoi prodotti tipici, passi attraverso il nostro prodotto principe, il vino Chianti – ha concluso il presidente -. Il nostro brand, il vino Chianti deve essere un motivo di orgoglio per noi italiani e per chi ci vede all’estero, con il tanto amato Made in Italy”.

Agipress

 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici