Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

CONGIUNTURA ECONOMICA (2) – Prato, nel terzo trimestre l'export cresce del 4,2%

I dati dell'Unione industriale pratese sul terzo trimestre del 2013 confermano una ripresa del manifatturiero, soprattutto nel settore delle esportazioni I dati dell'Unione industriale pratese sul terzo trimestre del 2013 confermano una ripresa del manifatturiero, soprattutto nel settore delle esportazioni

Andamento positivo per la meccanica, la maglieria, i filati. Recupera qualcosa l’abbigliamento, in flessione le vendite di tessuti

 

AGIPRESS – PRATO - Per la prima volta dopo 5 trimestri consecutivi di variazioni tendenziali negative, l’export manifatturiero di Prato, a luglio-settembre 2013, è aumentato, in valori rispetto allo stesso periodo 2012, del +4,2%. A livello cumulato (gennaio-settembre), il 2013 rimane tuttavia in campo negativo (-3,2%). Sono questi i dati che emergono da una elaborazione dell'Unione industriale di Prato sul terzo trimestre del 2013. Tra i settori tessile-moda buoni gli andamenti delle vendite estere dei filati per maglieria (+13,4% il 3° trimestre, +1,1% il dato cumulato di gennaio-settembre), dei tessili speciali e arredo (+9% 3° trimestre, +6,7% cumulato), dei capi in maglia (+15,4 trimestrale e +7,8 cumulato). Recuperano qualcosa le vendite di abbigliamento in tessuto con un +5% trimestrale che porta il risultato gennaio-settembre a-3,6%; si attenua ma non cambia segno la tendenza negativa per i tessuti ortogonali (-1,3% trimestrale, cumulato -6,4%). Tra gli altri settori manifatturieri, la chimica aumenta l’export nel 3° trimestre del +10,5, mentre le macchine per impieghi speciali (meccanotessile per la maggior parte) aumentano le vendite all’estero anche nel terzo trimestre del +15,8% (gennaio-settembre +22,8%).

“Abbiamo registrato il primo dato positivo dopo cinque trimestri negativi consecutivi: si tratta di un segnale importante che auspichiamo preluda a un’inversione di tendenza”, è il commento del vicepresidente dell’Unione Andrea Tempestini.

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 19 Dicembre 2013 15:38
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici