Menu
Allergie nei bambini, è allarme: colpiti 4 su 10

Allergie nei bambini, è a…

Nei bambini al di so...

SCIENZA - L’asimmetria dentale ha effetti sulle aree del cervello associate alla memoria

SCIENZA - L’asimmetria de…

Può causare malattie...

Anche il cervello è colpito dal Covid-19: sintomi, complicanze e ripercussioni sulla gestione delle malattie neurologiche

Anche il cervello è colpi…

Uno studio sta racco...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Tabacco, filiera in crisi. Costi di produzione più alti degli introiti

Tabacco, filiera in crisi. Costi di produzione più alti degli introiti Tabacco, filiera in crisi. Costi di produzione più alti degli introiti

L'allarme di Confagricoltura Toscana: "A rischio posti di lavoro, il Governo ci ascolti".

AGIPRESS - FIRENZE - “E' necessario salvare la filiera del tabacco. Oltre a Umbria e Veneto anche in Toscana le difficoltà sono tante e crescono le preoccupazioni. C'è un aumento dei costi di produzione tra il 20 e il 30%”. È l'allarme lanciato da Confagricoltura Toscana e da Alessandro Neri, esperto sulla filiera del tabacco. La Toscana, dunque, risponde all'appello lanciato da Umbria e Veneto per salvare il comparto. “Il settore è in difficoltà - ha aggiunto Neri - e serve l'intervento della politica. Serve che il Ministero faccia un accordo con le multinazionali, è necessario un dialogo tra di loro. Oggi i costi di produzione sono più alti degli introiti, questo è un dato di fatto e bisogna porre rimedio, con urgenza”. “Non c'è più tempo - ha concluso - parliamo di una crisi senza precedenti, il Governo ci aiuti, altrimenti il rischio è che non ci sia futuro per questo settore. E la conseguenza è la perdita di tanti posti di lavoro, aspetto che dobbiamo in tutti i modi evitare. Se non arriveremo ad un accordo col Ministero, dovremo richiedere una conversione per sanare le aziende”. AGIPRESS

Ultima modifica ilMartedì, 05 Ottobre 2021 13:50
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici