Menu
Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

SCIENZA - Fisici di Firenze e Orlèans dimostrano come gli anticorpi reagiscono a corpo estraneo. Come un "portiere"

SCIENZA - Fisici di Firen…

Esattamente come un ...

GREEN ECONOMY MOTORE DI CRESCITA, PER IMPRESE E' ANTIDOTO ALLA CRISI

GREEN ECONOMY MOTORE DI C…

Un’impresa su quattr...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

International Year of Light - Spumante Bosca protagonista alla cerimonia inaugurale italiana

International Year of Light - Spumante Bosca protagonista alla cerimonia inaugurale italiana International Year of Light - Spumante Bosca protagonista alla cerimonia inaugurale italiana

Al nastro di partenza l'evento che prevede ciclo di eventi e conferenze scientifiche dedicati alla luce ed alle tecnologie ad essa associate

AGIPRESS - TORINO - Dopo l'anteprima internazionale di Parigi lo scorso 19 gennaio, al nastro di partenza anche in Italia l'International Year of Light (IYL 2015), ciclo di eventi e conferenze scientifiche - aventi luogo sotto l'egida dell'UNESCO - dedicati alla luce ed alle tecnologie ad essa associate. A Torino, presso la Sala del Senato di Palazzo Madama, si è svolta la cerimonia inaugurale, organizzata dalla Società Italiana di Fisica, insieme al Comune di Torino ed all'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica. A fare gli onori di casa oltre al sindaco Piero Fassino, Joe Niemela coordinatore dell'IYL 2015, Abdus Salam dell'ICTP di Trieste, Luisa Cifarelli, Presidente del SIF all'Università di Bologna, e Massimo Inguscio, Presidente dell'INRIM presso l'Università di Firenze. In qualità di Patron presente anche Bosca, le cui cantine a Canelli - uniche per il gioco di luci al suo interno - hanno di recente conseguito il prestigioso riconoscimento UNESCO a Patrimonio Mondiale dell’Umanità. L'azienda piemontese, nota in tutto il mondo per i suoi spumanti, ha da sempre fatto utilizzo della luce per le proprie linee produttive ("una bottiglia ogni quattro è prodotta grazie alla luce solare”, affermano i membri della famiglia). Nell’ottica di sviluppare soluzioni che portino ad un futuro più sostenibile, Bosca ricerca ogni giorno tecnologie illuminotecniche all’avanguardia, studiate per garantire qualità del prodotto e continuità delle proprie tradizioni. “La luce è sempre stata un elemento essenziale nel nostro processo produttivo. E’ grazie alla luce del sole che le nostre uve maturano e producono i grappoli dorati, quel tesoro che ci ha consentito di tramandare la vocazione di produttori di spumante per ben sei generazioni” – ha affermato Pia Bosca, amministratore delegato dell’azienda. “Nel corso della nostra storia -ha aggiunto - abbiamo utilizzato la luce in tutte le possibili maniere, a cominciare dalle candele, nella produzione del nostro preziosissimo spumante metodo tradizionale, ancora eseguita a mano. Il cantiniere non può fare a meno della sua candela per accompagnare con maestria i lieviti fino a diventare bolle di perfezione”.

International Year of Light - IYL 2015 - L’iniziativa, apripista di un fitto calendario di eventi promossi dal SIF e distribuiti per l’intero anno in varie città, da Ginevra a Roma, s’inserisce nel solco di quanto decretato dalle Nazioni Unite, che con una deliberazione dell’Assemblea generale (datata 20 dicembre 2013) hanno voluto l’Anno internazionale della luce e delle tecnologie basate sulla luce. Come ospiti da tutto il mondo, professori di fama mondiale, industriali, alti ufficiali e decision-maker della ricerca per promuovere a livello globale la conoscenza del ruolo rivestito dalla luce e dalle tecnologie ottiche, in ogni settore dello scibile umano, dalla fisica, all'astronomia, all’economia, quindi all'energia, alle telecomunicazioni, all'ambiente, alla salute, allo sviluppo sostenibile, fino all’arte. 

Agipress

Ultima modifica ilGiovedì, 29 Gennaio 2015 11:43
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici