Menu
NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

RICERCA - Tumore al seno, colpirlo all'origine attaccando le cellule staminali

RICERCA - Tumore al seno,…

Una ricerca di IEO, ...

NEUROSCIENZE - Il cervello e il senso del numero, nuove ricerche su capacità di pianificare sequenze di azioni

NEUROSCIENZE - Il cervell…

Ricercatori: cervell...

Terremoto, per le donazioni conto corrente unico in Toscana

Terremoto, per le donazio…

Attivo anche un indi...

Salute mentale, in Italia un milione di anziani con demenze

Salute mentale, in Italia…

Con una prevalenza d...

"Clowning e Alzheimer" nasce il primo corso in Italia per professionisti nella cura della persona con demenza

"Clowning e Alzheime…

Aperto a professioni...

SCIENZA - Fisici di Firenze e Orlèans dimostrano come gli anticorpi reagiscono a corpo estraneo. Come un "portiere"

SCIENZA - Fisici di Firen…

Esattamente come un ...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

AGRICOLTURA - Le aziende ortofrutticole toscane puntano a innovazione e sviluppo sostenibile

AGRICOLTURA - Innovazione e sviluppo sostenibile per le aziende ortofrutticole toscane AGRICOLTURA - Innovazione e sviluppo sostenibile per le aziende ortofrutticole toscane

Il Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 diventa grande opportunità per il settore in Toscana

AGIPRESS - FIRENZE - Mettere l'agricoltore al centro delle azioni previste dalla nuova programmazione, è questo il principio di base del PSR 2014-2020 della Toscana che prevede interventi a sostegno delle imprese agricole e  dello sviluppo economico e sociale dei territori rurali, con una particolare attenzione a quelli montani.

LE AZIONI PREVISTE mirano al sostegno alle imprese agricole e allo sviluppo sociale dei territori rurali, attraverso interventi orientati all'innovazione, ai progetti dal basso e alla semplificazione degli adempimenti burocratici. E' fortemente strategico per lo sviluppo dell'agricoltura sostenibile e del biologico ma anche perchè interessa il tema dei cambiamenti climatici oltre che le misure per il settore forestale, quello della ricerca e dell'innovazione, che risultano fondamentali per rendere competitive le aziende toscane e i giovani. Tutti temi trattati nel corso di un incontro sui bandi PIF del nuovo PSR dove è stato presentato  il Progetto Integrato di Filiera per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile delle aziende ortofrutticole della Toscana con capofila Tirrenofruit srl. All'incontro erano presenti le aziende toscane del consorzio Ori di Toscana, il Dott. Sergio Chiacchella Direttore generale COSVIG e tutti i soggetti interessati insieme a rappresentanti della Regione e il Presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani collegato in videoconferenza. 

IL PROGETTO - Sviluppare la filiera ortofrutticola regionale puntando sulle eccellenze delle produzioni in particolar modo delle zone collinari della Toscana, favorendo l’innovazione e lo sviluppo della serricoltura in particolare nell’area geotermica, in modo da utilizzare al meglio le risorse energetiche rinnovabili del territorio. E ancora: innovare il prodotto e il processo nelle filiere nel massimo rispetto dell’ambiente, sviluppare la valorizzazione delle produzioni del territorio attraverso adeguate e moderne attività di marketing, rivolte al consumatore finale. Con questi obiettivi Tirrenofruit srl come soggetto capofila si appresta a partecipare con il Consorzio Ori di Toscana al Progetto Integrato di Filiera 2015 approvato con D.D. n°2539/2015 per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile delle aziende ortofrutticole della Toscana all'interno del Piano di Sviluppo Rurale regionale 2014-2020. Tirrenofruit società individuata da Ori di Toscana come proprio operatore organizzativo e commerciale sul territorio, con circa 50 aziende agricole socie del consorzio tra le migliori realtà imprenditoriali della regione, ha commercializzato nell’anno 2014 oltre 80.000 q.li di prodotti ortofrutticoli toscani per un valore di oltre 9 milioni di euro. I prodotti sono sottoposti ad un controllo rigoroso, partendo da una corretta gestione agricola dei metodi di coltivazione rispettosi dell’ambiente fino a limitare al massimo l’uso dei prodotti chimici prendendo a riferimento i disciplinari di produzione adottati dalla Regione Toscana. Con queste premesse l'obiettivo è quello di dare un’opportunità di sviluppo alle imprese agricole del territorio, incentivare la filiera, progettando e realizzando un modo nuovo di produrre e consumare che rilanci la ricchezza delle tradizioni alimentari toscane.

Agipress

Ultima modifica ilVenerdì, 23 Ottobre 2015 14:57
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici