Menu
Ritorno al lavoro, il decalogo per aziende e lavoratori per ridurre il rischio contagio

Ritorno al lavoro, il dec…

Roberto Burioni: “Il...

START UP - Per le aziende e i professionisti nasce Im.Pr.Esa.

START UP - Per le aziende…

Un network per svilu...

Come proteggere i bambini dalle infezioni della pelle in estate

Come proteggere i bambini…

Con l’arrivo della s...

SPECIALE ALLERGIE - Prurito, congestione nasale, congiuntivite e mal di testa. Come difendersi dai pollini

SPECIALE ALLERGIE - Pruri…

Sono 20 milioni le p...

Firenze prima città in Italia per trasformazione digitale secondo la ricerca ICity Rate 2018

Firenze prima città in It…

Sempre più digitale ...

Ausili per persone disabili: "diventino veri e propri strumenti di cittadinanza"

Ausili per persone disabi…

La richiesta dalla F...

NEUROSCIENZE - Parkinson, Alzheimer, Sclerosi, epilessia, ai raggi x il funzionamento delle cellule gliali

NEUROSCIENZE - Parkinson,…

Giornata di studio o...

Sanità pubblica e privata, l’85% degli italiani vuole scegliere liberamente

Sanità pubblica e privata…

I dati della ricerca...

Prev Next

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Uscito il nuovo libro di Alessandro Sarti "Che musica maestro"

da Sinistra Pierluigi Picerno, Alessandro Sarti, Federico Mionechi, Beppe Dati, Gabriella Dancygier da Sinistra Pierluigi Picerno, Alessandro Sarti, Federico Mionechi, Beppe Dati, Gabriella Dancygier

Con le testimonianze di tanti personaggi che hanno fatto la storia della musica italiana tra cui Francesco Guccini, Franco Simone

AGIPRESS - FIRENZE - Che musica, maestro! è il titolo del nuovo libro di Alessandro Sarti, uscito il 1' novembre per le edizioni Sarnus (pp. 320, euro 18). Al centro le discoteche e sale da ballo, radio libere e Case del Popolo, note e canzoni di qualche decennio fa. Il volume raccoglie le testimonianze di Francesco Guccini, Franco Simone e di tanti personaggi che hanno fatto la storia della musica italiana, e si conclude con un’intervista ad Alessandro Benvenuti. Sarà presentato per la prima volta giovedì 12 novembre alle 21.00 presso il Cinema Accademia di Pontassieve (via Montanelli, 33).

L'AUTORE - Alessandro Sarti è nato e vive a Pontassieve (Firenze) dove è stato a lungo assessore alla Cultura. Ha preso parte a numerose missioni umanitarie per la popolazione Saharawi nel periodo 2006-2008 e nel 2013 ha partecipato al Congresso Mondiale Panafricano nel Benin. Ha scritto su «Eco d’arte moderna» e curato eventi artistici in Italia, Stati Uniti, Brasile, Francia, Germania, Cina. Nel 2013 ha pubblicato, sempre con Sarnus, Intervenite numerosi! Piccole storie tra Casa del Popolo e Sacrestia intorno a Pontassieve, già ristampato nel 2014 e premiato in numerosi concorsi. Nella sua nuova fatica Sarti ricostruisce, a partire da una piccola realtà di provincia, quarant’anni della nostra storia in cui la musica è stata un eccezionale elemento di coesione, capace di veicolare valori importanti e di stimolare in ogni modo creatività, innovazione e intraprendenza. La Pontassieve della fine degli anni ’50, dove si ballava in discoteche e Case del Popolo, è al centro di un mondo dove le note delle band e dei cantautori più famosi hanno cambiato il modo di divertirsi e stare insieme, rivoluzionando il linguaggio e i sogni di una generazione. A farci rivivere questa piccola epopea rock sono le voci dei protagonisti di allora, come se fossero musicisti di una di una grande orchestra, attori di un film ambientato tra sale da ballo e radio libere la cui colonna sonora riecheggia ancora al giorno d’oggi. (Gherardo Del Lungo - 335 1373725)

Nella foto da Sinistra Pierluigi Picerno, Alessandro Sarti, Federico Monechi, Beppe Dati, Gabriella Dancygier

Agipress

Ultima modifica ilLunedì, 02 Novembre 2015 11:41
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Newsletter

Nome:
Email:
Mailing Lists:
Tutte le notizie
Quante ruote ha una bicicletta? (ex: 1)

Seguici